Veleni in casa, attenti ai bambini

da , il

    Veleni in casa, attenti ai bambini

    La nostra casa, che identifichiamo come il luogo più sicuro al mondo, può essere insidiosa e ricca di pericoli per i bambini che iniziano a camminare o gattonare. In questa delicata fase in cui a farla da padrona è soprattutto la sua curiosità è indispensabile per le mamme prestare sempre la massima attenzione ai movimenti del piccolo, ma anche evitare alcune situazioni che potrebbero risultare dannose adottando dei comportamenti ‘preventivi’. I veleni di casa per i bambini sono diversi: i detersivi, i cosmetici, i prodotti che utilizziamo in genere per l’igiene, ma, anche le piante, i pennarelli colorati e in generale tutto quello che il bambino può ingerire.

    Alcuni di essi, se assunti in piccole dosi non sono particolarmente dannosi (cenere di sigaretta, candele, carbone, acquerelli, fotografie, gesso, gomme per cancellare, terriccio, stucco, matite contenenti grafite, pennarelli ed evidenziatori, giornali, cibo e lettiera per gatti, inchiostro senza anilina, inchiostro da penna a sfera), altri, invece, risultano poco pericolosi (i detersivi tranne quelli per la lavastoviglie che sono particolarmente dannosi, gli shampoo e i dopobarba purché non contengono alcol) ed altri ancora particolarmente pericolosi (diserbanti, pesticidi, fiammiferi, veleni per topi, depilatori in crema, solventi per smalti, fertilizzanti, smacchiatori, antiruggine, pulitori per forni, metalli e vetri, detersivi in polvere per lavastoviglie, i farmaci).

    Contro l’eventualità che il bambino venga inavvertitamente a contatto con queste sostanze è indispensabili per i genitori utilizzare alcuni accorgimenti particolari. Innanzitutto tenere questi prodotti lontano dalla portata dei bambini, magari posizionandoli in luoghi non accessibili o, al limite, sotto chiave. In secondo luogo occorre conservare i recipienti sempre chiusi e soprattutto ciascuno con la propria etichetta (questo vi permetterà di individuare i componenti più o meno pericolosi in caso di ingestione).

    Nel caso poi vi trovaste a fronteggiare questo tipo di situazioni l’imperativo è mantenere la calma e ricorrere al numero di un centro antiveleni che dovreste avere sempre a portata di mano per le evenienze. Mai ricorrere a metodi fai da te, ma attendere le istruzioni dell’esperto che vi verranno fornite al telefono. In alternativa potete ricorrere al pronto soccorso oppure consultare il vostro pediatra.