Viaggiare in auto con un neonato, cosa dice la legge

da , il

    Viaggiare in auto con un neonato, cosa dice la legge

    Viaggiare in auto con un neonato a bordo è una situazione rigidamente disciplinata dal codice della strada. Questo perché il legislatore cerca di proteggere seriamente i più piccoli dal rischio di possibili incidenti autostradali. Purtroppo, non tutti i genitori rispettano le regole di sicurezza quando viaggiano in auto con un neonato o dei bimbi piccoli. Basti pensare che, secondo una recente statistica, un italiano su sei non usa il seggiolino per auto quando viaggia con il piccolo.

    Il dato è sconfortante se si pensa anche che il nostro Paese è risultato ai primi posti in Europa nella classifica degli incidenti, purtroppo mortali, che coinvolgono i bambini tra i cinque e i quattordici anni. Ma cosa dice la legge ai genitori che decidono di viaggiare in auto con un neonato o dei bimbi piccoli? Il tutto è disciplinato dall’articolo 172 del codice della strada che, oltre a stabilire che l’uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio per tutti i passeggerei adulti sia sui sedili anteriori che posteriori prevede anche, per i bambini di statura inferiore a 1,50 metri, l’utilizzo di sistemi di ritenuta omologati.

    Il mancato rispetto di queste norme fa sorgere la responsabilità del conducente per gli eventuali danni fisici subiti dai passeggeri, anche minorenni, che viaggiano con lui. Inoltre, il mancato rispetto della norma, comporta l’applicazione di una sanzione pecuniaria e la sottrazione dei punti dalla patente. La legge prevede anche un’eccezione per i taxi, dove i bambini possono viaggiare senza i dispositivi di ritenuta, ma solo se collocati sui sedili posteriori e accompagnati da una persona di età inferiore ai 16 anni. Quando decidiamo di viaggiare in auto con un neonato o con bambini piccoli, quindi, ricordiamoci sempre di rispettare queste norme fondamentali per la sicurezza!