Violenza sui bambini: foto dei piccoli morti in Siria, scioccante

da , il

    Violenza sui bambini: foto dei piccoli morti in Siria, scioccante

    Una mattina, come tutte le altre, mi siedo al bar, prima di iniziare la giornata di lavoro, prendo il solito caffè, apro il giornale ed inizio l’immersione nelle notizie che riguardano il mondo. A pagina sedici devo subito chiudere, un bambino morto in primo piano. Scioccata, esco da bar e mi avvio a lavoro. Si trattava del massacro di bambini avvenuto ad Hula, per farne parlare, molte associazioni umanitarie sollecitano la pubblicazione delle immagini sui quotidiani nazionali.

    L’immagine che ho visto io mostrava un bimbo disteso, con gli occhi aperti, sembrava vivo, solo leggendo la didascalia si capiva che no, il piccolo era morto. In un primo momento me la sono presa con il quotidiano, ero nervosa, arrabbiata, scioccata poi ho pensato che in effetti quella era realtà e che questo capita e anche spesso e che bisognerebbe ogni giorno fare qualcosa contro la violenza sui bambini, bisognerebbe forse scegliere un’associazione di cui far parte, bisognerebbe fare qualcosa contro la guerra che ogni giorno uccide piccoli e innocenti bambini. E’ terribile! Quasi tutte le settimane arriva da ogni parte del mondo la notizia di una strage che ha coinvolto dei bambini, in quest’ultimo anno non di rado queste notizie arrivano dalla Siria, sono molte le organizzazioni no profit che tentano di far presente questa situazione che val al di là di qualsiasi diritto umano.

    Questo articolo vuole essere una riflessione che credo abbiamo fatto tutti coloro che si sono visti davanti la foto dei bambini morti sul quotidiano, la mattina davanti al solito caffè. Colgo l’occasione per darvi qualche link che a me è sembrato interessante per informarsi agire e fare ogni giorno qualcosa contro la violenza sui bambini in Italia e nel mondo intero;

    Se avete proposte interessanti sul tema, scriveteci pure!