Violenze sui bambini: il parere dell’esperto

da , il

    Violenze sui bambini: il parere dell’esperto

    E’ cronaca di tutti i giorni quella che ha come protagonisti i bambini. Ci chiediamo come sia possibile per un adulto capace di intendere e volere accanirsi sugli esseri più indifesi e innocenti eppure accade spesso, troppo spesso. Ad alcuni adulti sembra quasi che sfogare le proprie frustrazioni sui più deboli sia l’unico modo per esorcizzarle. Facile quanto ingiusto farlo. Oggi non voglio indagare le cause e gli effetti di questi episodi negli adulti, ma considerare invece il problema dal lato delle vittime, i bambini. Considerare come vivono questi episodi e come si può aiutarli a superare, ovviamente seguendo i consigli di un esperto. Risponde lo psicoterapeuta Antonio Vita, autore con Domenica Daniele per Edizioni Psiconline del libro ‘Diventare nonni è un evento straordinario.

    Consigli e risposte per vivere al meglio il rapporto con i propri nipoti’ e coordinatore del forum attivato da Psiconline sulla psicologia dell’infanzia e dell’adolescenza. Secondo l’esperto, le cicatrici causate dalla violenza subita anche in età precoce rimarranno indelebili per tutta la vita. Se il ricordo della violenza è labile, confuso e non è chiaro per il bambino, l’esperienza comunque lascerà il segno e causerà, da adulto, reazioni ‘inadeguate e scorrette’. Il bambino maltrattato avvertirà sempre una sottile sensazione di pericolo e di malessere e “finirà per soffrire di forte disagio ogni volta che assisterà a scontri nell’ambiente domestico tra persone adulte o quando verrà sgridato, subirà una correzione o riceverà un ceffone da parte di un genitore o di un parente’.

    E allora, come si può aiutare ed intervenire in caso di maltrattamenti? Innanzitutto prima possibile, spiega l’esperto; se le violenze avvengono in ambito domestico bisogna immediatamente togliere il bambino da quel contesto. E’ consigliabile far affrontare al bambino un percorso di recupero della fiducia in se stesso e negli adulti affidarsi alle cure di uno psicoterapeuta. Un primo passo per recuperare, almeno in parte, l’infanzia perduta.