Yoga per i bambini, tutti gli effetti benefici [FOTO]

da , il

    Quali sono gli effetti benefici dello yoga per i bambini? Lo yoga viene ormai praticato da molte donne, anche in gravidanza, per la preparazione al parto. Questa disciplina, però, può rivelarsi un’ utile esperienza anche per i bimbi, che possono giovarsi dei suoi numerosi benefici. I bambini, specie se molto piccoli, percepiscono le attività sportive come gioco, ma gli effetti positivi, sia dal punto di vista fisico che psichico, sono tanti. Attualmente i corsi di yoga ad hoc per bambini sono ancora pochi in Italia, ma potrebbero essere incrementati in seguito. E’ necessario, comunque, che i bambini usufruiscano di corsi specifici, diversi da quelli degli adulti, perché sono diverse le finalità, i ritmi e quindi anche le posizioni da praticare.

    Benefici per i bambini

    I benefici dello yoga sui bambini sono acclarati; basti pensare che, già nel lontano 2007, il Ministero della Pubblica Istruzione aveva firmato, insieme alla Confederazione Nazionale Yoga, un protocollo nel quale venivano dichiarati i benefici dello yoga per i bambini e la volontà di inserirlo come insegnamento nelle classi. Sarebbe di sicuro un progetto utile, ma il problema vero restano ancora i finanziamenti, oltre che la mentalità dei genitori, non sempre aperta a questo tipo di iniziative. Anche i più scettici, però, dovrebbero ricredersi, perché gli esercizi yoga hanno davvero tante potenzialità. Anzitutto, questa disciplina aiuta, come tutti gli sport praticati con altri bambini, la capacità di socializzazione. Inoltre, questo sport ha un effetto benefico anche sull’io personale del bambino, perché aiuta i più piccoli ad accrescere la sicurezza e la fiducia in se stessi. Ovviamente, poi, lo yoga aiuta a liberare le energie represse, a ritrovare serenità e pace interiori (effetti non trascurabili se si pensa ai ritmi frenetici a cui anche i bimbi di oggi sono sottoposti), a superare le paure e i timori e a rilassarsi, aumentando anche le capacità di concentrazione. Anche gli effetti fisici sono notevoli: lo yoga migliora la coordinazione dei movimenti, la respirazione, ma serve anche a rinforzare la muscolatura e migliorare la postura prevenendo l’insorgere di eventuali anomalie a carico dell’apparato scheletrico (come la scoliosi e la cifosi).

    Come e quando

    I principi dello yoga si possono insegnare già dalla nascita, ma per questioni pratiche si consiglia di cominciare a partire dai 3 anni di età, quando il bambino ha già un minimo di autonomia nel muoversi e nel parlare. Come anticipato, però, i bambini vanno iscritti solo a corsi adatti a loro e non possono seguire quelli degli adulti. Sfogliate tutta la fatogallery per capire quali sono le posizioni più adatte a loro. In commercio, comunque, esistono anche molti libri, che possono aiutare a saperne di più. In alternativa, proponete ai bambini altri sport tra cui scegliere o praticate anche voi lo yoga, per sfruttarne tutti i benefici.