Abiti da sposa equosolidali: a Milano il primo atelier

da , il

    Abiti da sposa equosolidali: a Milano il primo atelier

    Si chiama L’Orlo del Mondo il primo marchio equo e solidale di abiti da sposa e da cerimonia, che comprende anche uno showroom di bomboniere, partecipazioni e liste nozze dal Sud del mondo, per un matrimonio solidale. Made in dignity, fabbricato con dignità, con questa filosofia Cose dell’altro mondo, associazione culturale per il commercio equo e solidale, ha dato vita a l’Orlo del Mondo, il primo marchio di abbigliamento che coinvolge in modo diretto e trasparente le realtà produttive del fair trade.

    Made in dignity, fabbricato con dignità, con questa filosofia Cose dell’altro mondo, associazione culturale per il commercio equo e solidale, ha dato vita a l’Orlo del Mondo, il primo marchio di abbigliamento che coinvolge in modo diretto e trasparente le realtà produttive del fair trade.

    All’origine dell’Orlo del mondo, c’è Cose dell’altro mondo, l’associazione nata a Milano nel 1995 che promuove e sostiene il commercio equo e solidale. L’esperienza pionieristica dell’omonima bottega di via Solari 3 si è trasformata, ora, in un’unica realtà: quella dello Spazio Cose dell’altro mondo in Ripa di Porta Ticinese 47, interamente dedicato agli sposi che desiderano realizzare il sogno di un matrimonio attento ai principi etici e nel rispetto della dignità, a partire dall’abito da sposa.

    Fin dalla prima collezione dedicata alle spose, nel 2008, l’Orlo del mondo ha scelto di affidare la realizzazione dei propri abiti a CRC, Craft Resource Center, un’organizzazione Fairtrade con sede a Calcutta ma che coordina moltissimi gruppi di artigiani in tutta l’India. Nato dall’esperienza di un coordinamento tra gli artigiani locali e guidato, tra il 1989 e il 1994, da Irani Sen, da sempre promotrice del commercio equo e solidale, il CRC ha sfidato il mercato tradizionale con la profonda abilità dei suoi aderenti.

    La scelta degli abiti da sposa l’Orlo del mondo per il 2010 è ancora più ricca che in passato. L’unica costante è che ogni abito è sempre studiato in Italia da Cose dell’altro mondo, con la consulenza di stile e sviluppo di Andrea Orazi, ma è completamente realizzato dagli artigiani esperti di CRC, nel pieno rispetto dei criteri del commercio equo e solidale.

    La ricchezza dei ricami e l’eleganza dei nuovi modelli quest’anno è completata da morbidissime, autentiche pashmine, perfette per i giorni più freddi, e viene incontro alle richieste delle spose rendendo disponibile tessuto extra per ricoprire le proprie scarpe da cerimonia.

    Oltre all’atelier degli abiti da sposa e cerimonia lOrlo del mondo, il nuovissimo Spazio Cose dell’altro mondo offre una scelta unica di bomboniere solidali, partecipazioni dal sapore etnico e rétro, lista nozze per la casa e tutti gli indirizzi utili per organizzare un matrimonio equosolidale: dai tessuti per la casa ai piatti, dalle fedi ai fiori.