Abiti da sposa ricamati: i modelli più particolari [FOTO]

da , il

    Gli abiti da sposa ricamati sono il sogno proibito di tantissime fanciulle, desiderose di sfoggiare un vestito quanto più particolare possibile nel giorno delle loro nozze. I ricami possono assumere qualunque forma o dimensione ed essere applicati su tessuti di vario genere. Di conseguenza, le combinazioni possibili sono infinite e non c’è mai il rischio di indossare un vestito comune o somigliante a un altro. Anche nel modello più semplice e lineare, un ricamo può attribuire quel particolare in più che rende il capo unico nel suo genere, conferendogli un tocco di classe ed eleganza notevole.

    I ricami di un vestito possono assumere aspetti e conformazioni differenti: innanzitutto possono essere intessuti direttamente sull’abito, con cuciture appena in rilievo o con decorazioni tridimensionali più vistose. Inoltre, possono consistere in applicazioni esterne quali perline o altri elementi preziosi.

    Inutile dire che le ricamature più prestigiose sono quelle in pizzo, specie se di fattura francese, che donano all’abito un aspetto indiscutibilmente chic. Gli stessi ricami si possono però apportare anche su materiali e tessuti differenti, come tulle, organza o chiffon. E’ anche abbastanza facile rinvenire diverse tipologie di tessuti ricamati tutte riunite in un unico abito.

    Talvolta il ricamo percorre l’intera ampiezza del vestito, con una trama più o meno evidente, mentre altre volte si limita ad adornare solo alcune parti di esso. Per esempio, scorrendo la fotogallery troverete degli abiti con corpetto ricamato e gonna liscia, oppure con solo le maniche lunghe in pizzo ricamato.

    Altre volte è invece il velo a costituire l’elemento lavorato dell’abbigliamento della sposa.

    Per i ricami non ci sono limitazioni legate al modello, in quanto ogni abito si presta a questo tipo di decorazione, a prescindere da forma e lunghezza. Il taglio del vestito può però offrire spunti interessanti per decidere come e dove apportare i ricami. In un vestito a sirena si potrà intervenire sulla coda, per creare uno stacco con il resto del prodotto, mentre in un abito in stile imperiale si potrà ricamare il corpetto, per metterlo più in evidenza e lasciare intonsa la lunga gonna.

    Le case di moda amano molto giocare con i ricami, utilizzandoli per arricchire i propri modelli. E’ il caso ad esempio della collezione 2014 di abiti da sposa Colet oppure di quella Pronovias 2014: in entrambi i casi i brand ricorrono a ricami più o meno complessi che caratterizzano il singolo vestito e ne esaltano il taglio.