Abito della testimone di nozze: qualche consiglio utile

da , il

    Non credo di esagerare affermando che dopo quello della sposa, l’abito della testimone di nozze è quello su cui maggiormente viene polarizzata l’attenzione generale. Volete qualche esempio celebre? Solo per citarne una, pensate all’abito che Pippa Middleton ha indossato in occasione del royal wedding e che ha quasi oscurato quello ben più importante della sorella.

    Per questo la scelta dell’abito della testimone di nozze richiede un’attenzione e una cura particolari, ma con l’unico accorgimento di non avere la pretesa di sostituirsi in importanza all’unico abito protagonista della giornata, che dovrebbe rimanere sempre e in ogni caso quello della sposa.

    Cominciamo dal colore. Se il bon ton internazionale prescrive, ad esempio, il divieto assoluto di vestirsi di bianco è proprio perché indossare l’abito bianco ad un matrimonio dovrebbe essere prerogativa assoluta della sposa. Questa regola vale anche per la testimone di nozze ovviamente, che come buona norma dovrebbe evitare anche il nero, sconsigliato in generale, tranne nei casi in cui il matrimonio si svolga nel tardo pomeriggio o di sera o il dress code specifichi per le signore l’abito lungo. Quale colore, dunque, è più indicato per l’abito della testimone di nozze?

    Se il matrimonio è in primavera o in estate sono da prediligere i colori pastello come il verde, il giallo o il glicine o anche qualche fantasia, ma senza mai lasciarsi prendere troppo la mano e ricordandosi che comunque la tinta unita risulta sempre di gran lunga più elegante. Anche il rosa è ben accetto, purché si eviti l’effetto Barbie. I colori ufficiali sui quali non si sbaglia mai sono il blu e il marrone con tutte le sue tonalità dal cammello al bruciato e i colori neutri come il grigio, il beige o l’azzurro.

    Veniamo alla scelta del modello. L’abito della testimone di nozze, non potrà non tenere in debita considerazione quello che indosserà la sposa. Se, ad esempio, la sposa indossa un abito con un lungo strascico modello Kate Middleton, la scelta di un abito lungo per la testimone risulterà certamente appropriata, cosa da evitare invece, se la sposa scegliesse un abito semplice. Se la testimone ha un bel fisico è giusto che l’abito lo valorizzi, ma senza esagerare. Non per voler essere ripetitive, ma Pippa docet! Sì alla scollatura, purché sia discreta e non eccessiva, va bene anche un abito corto, ma non da cubista come quello indossato da Nicole Minetti al matrimonio della sorella. Gonna o pantaloni? Questo dipende esclusivamente dal gusto della testimone, non c’è una regola, ma se si opta per la gonna un dettaglio di stile che vale per tutte le occasioni ufficiali sono le calze, da indossare in qualsiasi stagione.

    Veniamo, infine, alla scelta degli accessori: scarpe e borsetta dovranno essere dello stesso colore e in pandan con l’abito, i gioielli pochi e delicati. No a guanti lunghi e cappelli troppo vistosi. Se proprio si vuole indossare il cappello, si può, a patto che lo indossi anche la mamma della sposa (così prescrive, infatti il galateo), purché che sia sobrio, non particolarmente eccentrico e che vada tenuto per tutta la durata della cerimonia.