Barack e Michelle Obama: divorzio sfiorato nel 2000

da , il

    Barack e Michelle Obama: divorzio sfiorato nel 2000

    Siamo abituati a vederli felici e in sintonia come due piccioncini appena conosciuti, Barack e Michelle Obama eppure pare che nel 2000 la coppia presidenziale stesse per mandare a monte il proprio matrimonio.

    Michelle aveva preparato tutte le carte per il divorzio e Barack era talmente angosciato da una tale prospettiva da essere giunto ad un passo dal suicidio. A fare queste rivelazioni è lo scrittore Edward Klein nel suo libro appena uscito ‘The Amateur‘, biografia non autorizzata dell’attuale presidente degli Stati Uniti.

    Il titolo del libro ‘The Amateur‘ letteralmente vuol dire ‘Il dilettante‘, così avrebbe apostrofato Bill Clinton, Barack Obama, durante una litigata con la moglie Hillary, segretario di Stato americano, ma a destare la curiosità generale è la notizia del presunto divorzio poi sventato della coppia che risiede alla Casa Bianca.

    Era il 2000, Obama aveva appena perso la chance di diventare rappresentante congressuale dell’Illinois contro Bobby Rush. Proprio allora Michelle avrebbe voluto il divorzio adducendo come motivazioni quelle che il marito aveva ignorato i suoi consigli e – cosa assai più grave – aveva messo a repentaglio la situazione finanziaria della famiglia.

    Durante i giorni bui che seguirono la sconfitta di Barack, Michelle non se la sentiva di stargli accanto e confortarlo - scrive Klein – Pensava fosse stato presuntuoso e ottuso, e che avesse distrutto per sempre il suo sogno di un futuro stabile e sicuro‘. Klein dice di avere ricevuto queste riservatissime informazioni da fonti vicine alla coppia presidenziale, le stesse che avrebbero descritto la reazione del presidente Obama alla minaccia di essere lasciato come ‘un uomo sull’orlo del suicidio‘.

    Barack pregò i suoi amici di aiutarlo economicamente, di modo che potesse rimanere in politica e riguadagnare la stima di Michelle‘ scrive ancora Klein a questo proposito. Altra discutibile rivelazione dello scrittore riguarda la gelosia ossessiva di Michelle Obama, che, a suo dire, farebbe addirittura spiare le collaboratrici del presidente e avrebbe chiesto l’allontanamento di molte sue amiche di vecchia data.

    Dalla Casa Bianca è arrivata una sonora denuncia al libro e al suo autore, accusato di avere diffuso solo un mare di fandonie. Eric Schultz, portavoce ufficiale della Casa Bianca, ha dichiarato: ‘Edward Klein non è nuovo a queste cose, il suo passato è ricco di episodi come questo, in cui si è inventato di sana pianta storie senza alcun fondamento solo per fare soldi e vendere libri. Nessuna persona sana di mente potrebbe credere alle cose insensate che sostiene in questo nuovo libro‘.