Barzellette sul matrimonio e barzellette sugli sposi

da , il

    Barzellette sul matrimonio e barzellette sugli sposi

    Ecco delle esilaranti barzellette per il matrimonio, potrete utilizzarle per il biglietto di auguri da dare ad un’amica che sta per sposarsi, oppure raccontarne una durante le nozze o ancora usarle per ridere durante l’addio al nubilato. Insomma di modi per utilizzarle ce ne sono molti, anche se avete da poco deciso di sposarvi, vi farà bene leggerne qualcuna! Dopo il salto iniziate a ridere!

    Non frasi semplici di auguri per il matrimonio ma delle vere e proprie barzellette! Attenzione perchè alcune sono davvero pungenti.

    • Le regole della donna per la felicità del matrimonio: – trovare un uomo che guadagni tanti soldi – trovare un uomo che sappia fare i servizi domestici – trovare un uomo che faccia bene il sesso …fondamentale è che questi uomini non si conoscano!
    • Laura, cosa usi per lavare i pavimenti? Mio marito.
    • Nel matrimonio i partner si studiano tre settimane, si amano tre mesi, litigano tre anni, si tollerano trent’anni. E i figli ricominciano.
    • Tra un matrimonio e un funerale non c’è molta differenza, eccetto il fatto che ad un matrimonio i fiori li puoi ancora annusare!
    • Caro, sii sincero: preferisci una donna bella, una donna onesta o una donna intelligente? Nessuna delle tre. Preferisco te, cara.
    • Come si vede che ti sei sposato, Marco! Hai sempre la camicia perfettamente stirata! Sì, è la prima cosa che mia moglie mi ha insegnato a fare.
    • I miracoli delle donne: 1) si bagnano senza toccare l’acqua; 2) perdono sangue senza ferirsi; 3) fanno il latte senza mangiare l’erba; 4) rompono i coglioni senza toccarli.
    • Lui e lei sono a letto la prima notte di nozze: ‘Cara, sono veramente il primo uomo con il quale tu dormi?’. ‘Si, certo se ti metti a dormire!’.
    • Molte mogli sono contrarie al divorzio perchè non vogliono dividere i soldi del marito con l’avvocato.
    • Professore: ‘Quali sono le condizioni indispensabili per la sopravvivenza della razza umana?’. Studente: ‘Cibo, acqua e senso dell’umorismo’. Professore: ‘E le donne?’. Studente: ‘E’ li’ che ci vuole senso dell’umorismo!’.