Brunetta: matrimonio anticipato in segreto per paura dei precari

da , il

    Brunetta: matrimonio anticipato in segreto per paura dei precari

    Renato Brunetta è riuscito a sposarsi in tutta tranquillità, nonostante i precari avessero deciso di rovinargli la festa. Il Ministro della Funzione pubblica, il cui matrimonio con Tommasa ‘Titti’ Giovannoni avrebbe dovuto essere celebrato alle 19:30, si è sposato in segreto a Villa Rufolo in quel di Ravello appena passata la mezzanotte, anticipando la cerimonia ed evitando quindi qualsiasi genere di manifestazione.

    Si è trattata di una vera e propria beffa per decine di precari che si erano organizzati via web per intervenire durante le nozze, dopo che Brunetta li aveva definiti ‘l’Italia peggiore’. Una volta appresa la notizia del matrimonio anticipato, i giovani hanno lasciato il corteo abbandonando cartelli e striscioni, rassegnandosi al fatto di essere stati gabbati.

    Il cambio di programma era già stato deciso da un paio di giorni, ma era stato comunicato solo ai testimoni e a pochi altri ospiti, con l’obbligo di mantenere assoluto riserbo.

    Il matrimonio di Renato Brunetta e Titti Giovannoni a Ravello è stato celebrato con rito civile dall’ex sindaco di Ravello, Secondo Amalfitano cinque minuti dopo la mezzanotte. I testimoni dello sposo sono stati il ministro del Welfare Maurizio Sacconi e il capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto, mentre per la sposa si è trattato di due vecchie amiche. Fra gli ospiti il segretario del Pdl, Angelino Alfano, e il presidente del Senato, Renato Schifani. Assenti Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti.