Data viaggio di nozze: può prescindere dal matrimonio

da , il

    Data viaggio di nozze: può prescindere dal matrimonio

    La data del viaggio di nozze può prescindere da quella del matrimonio. Magari vi sposate in Italia in estate e volete volare dall’altra parte del mondo e aspettate che anche lì arrivi la bella stagione o semplicemente desiderate posticipare il viaggio perché al momento avete altro da fare.

    Ebbene, potete farlo. Lo ha deciso la Corte di Cassazione nella sentenza 9150 depositata ieri – avvertendo i datori di lavoro che non possono licenziare i dipendenti che scelgono di fare la luna di miele qualche tempo dopo il fatidico sì.

    Basta, dunque, alla schiavitù che imponeva di scegliere la data del matrimonio compatibilmente col momento più propizio per partire. Ci si può sposare a dicembre e partire a giugno e viceversa, con la massima libertà e senza che il datore di lavoro abbia voce in capitolo.

    Con questa decisione la Suprema Corte ha respinto il ricorso di una società aeronautica, la Aerosoft Spa, contro la sentenza con la quale la Corte d’appello di Napoli, nel 2008, aveva confermato il diritto alla reintegrazione nel posto di lavoro di un ingegnere licenziato perché era partito per la luna di miele dieci giorni dopo la celebrazione del matrimonio.

    I supremi giudici hanno detto che le nozze devono essere intese come ‘la causa che fa sorgere il diritto del lavoratore‘ al congedo e non ‘il dies a quo dello stesso‘. Anche se il viaggio di nozze non può avvenire in maniera ‘del tutto svincolata dall’evento giustificativo‘.

    L’Aerosoft è stata condannata anche a pagare le spese del giudizio e tremila euro per pagare l’avvocato difensore dello sposo.