Divorzio, nelle donne è una predisposizione genetica

da , il

    Divorzio, nelle donne è una predisposizione genetica

    Sulla crisi che sta attraversando il matrimonio e l’incremento dei divorzi abbiamo scritto tanto. Sono sempre più numerose, infatti, le coppie che decidono di non sposarsi, altrettanto quelle che dopo poco tempo ci ripensano decidendo di mettere la parola fine al matrimonio. Ma perché ciò avviene?

    I tempi sono cambiati, c’è maggiore libertà, più consapevolezza, ma la propensione a divorziare, almeno nelle donne sarebbe anche genetica. Ad affermarlo è uno studio svedese del Karolinska Institute, che ha identificato il gene femminile del divorzio.

    Secondo gli scienziati svedesi proprio questo gene sarebbe responsabile di gran parte dei divorzi, almeno quelli sollecitati dalle donne. Ricordate l’ossitocina, l’ormone dell’amore di cui abbiamo parlato tante volte? Ebbene, sarebbe proprio lui all’improvviso a far smettere di funzionare le cose.

    Dopo avere esaminato il Dna di più di 1.800 coppie, tutte insieme da più di cinque anni, gli scienziati del Karolinska Institute sono giunti alla conclusione che le donne nelle quali si manifestava una variazione significativa del gene recettore dell’ossitocina erano propense a divorziare in una percentuale del 50 per cento maggiore rispetto alle donne con recettori normali per l’ossitocina.

    Non solo, le donne che presentano questa anomalia a livello ormonale sono anche meno propense a sposarsi e a stabilire relazioni affettive. E quando questo accade, il loro matrimonio poggia su basi meno solide rispetto a quanto avviene normalmente. Le donne nelle quali la produzione di ossitocina è normale risultano più legate al loro compagno, più propense ad amare e persino più appagate sessualmente dal momento che durante un rapporto sessuale la quantità di questo ormone nel sangue arriva a essere cinque volte superiore alle normali quantità.