Età per sposarsi in Italia sempre più alta

da , il

    Età per sposarsi in Italia sempre più alta

    Un tempo ci si sposava presto, in un età ancora quasi adolescenziale o giù di lì. Col passare del tempo, l’età per sposarsi in Italia si è spostata via via sempre più in avanti, se nel 1991 si parlava di 32 anni per lo sposo e 29 per le spose, oggi, si è arrivati a 40 anni per lo sposo e 36 e mezzo per la sposa.

    Almeno questa è l’età media in cui mediamente ci si sposa a Milano. A fornire questi dati, infatti, è il settore Statistica del Comune in riferimento ai matrimoni civili e religiosi celebrati nel 2011, ma che possono benissimo essere ricondotti alla media nazionale poiché l’età media per sposarsi in Italia è in continuo aumento.

    È confermata una tendenza ormai consolidata da tempo: i matrimoni sono preceduti da periodi di convivenza che, spesso, si prolungano per diversi anni. L’aumento dell’età per le donne rivela la difficoltà di conciliare lavoro, matrimonio e maternità, un problema su cui l’Amministrazione sta già lavorando, anche con aziende, associazioni e sindacati, per dare risposte‘, ha spiegato l’assessore del Comune di Milano all’Area metropolitana, Decentramento e Municipalità, Servizi civici Daniela Benelli.

    Nel 2010, secondo l’Istat gli italiani si sposavano a poco più di 35 anni (35,1), mentre le italiane quasi a 32 (31,8). Età che negli ultimi due anni, evidentemente, è cresciuta ancora.

    In aumento anche le seconde nozze: in 1 coppia su 4, infatti, uno dei due coniugi ha già alle spalle almeno un altro matrimonio e solo nel 71,9% dei casi entrambi gli sposi sono al loro primo sì, percentuale che nel 2001 era dell’82,9%.

    Con gli anni sembra essere cambiato anche il mese preferito per sposarsi, che un tempo era aprile o giugno e oggi invece è ottobre: scelto da oltre un quarto degli sposi.

    Foto di belgioitaly