Facebook e Twitter vietati al matrimonio di William e Kate

da , il

    Facebook e Twitter vietati al matrimonio di William e Kate

    Vi assisteranno milioni di telespettatori alla tv, il popolo di internet lo potrà seguire addirittura con Google Earth o attraverso il sito ufficiale, ma durante il matrimonio di William e Kate non si potranno aggiornare in tempo reale i profili di Facebook o Twitter.

    Questo vale per gli invitati ovviamente ai quali è stata inoltrata una lista di consigli e divieti volta a preservare l’etichetta di corte: arrivare puntuali alla cerimonia innanzitutto, la principessa infatti dovrà essere l’ultima persona a varcare la soglia della chiesa.

    A parte quello di arrivare in orario, non mancano consigli sullo stile e il look da sfoggiare alle nozze: abito non troppo corto e di certo non bianco per le signore e giacca lunga da giorno per gli uomini, che se fanno parte di un corpo militare dovranno indossare l’uniforme. Sia per le donne che per gli uomini sono considerati appropriati i cappelli, purché i signori si ricordino di toglierlo durante la cerimonia.

    Vietati l’ostentazione e qualsiasi altro comportamento atto ad attirare l’attenzione su di sé: la sposa deve essere l’unica ad essere costantemente oggetto di ammirazione. Proprio la sposa non potrà essere salutata o baciata, né tanto meno sarà possibile rivolgerle la parola durante la cerimonia. Dopo il matrimonio Kate farà a tutti gli effetti parte della famiglia reale e dovrebbe essere trattata esattamente come il marito.

    Questo dettagliato elenco di comportamenti da tenere durante il matrimonio, nel quale non mancano anche alcune banali norme dettate dal buon senso e dall’educazione (come quello di spegnere le suonerie dei telefonini ad esempio), è stato fatto recapitare a ciascuno degli ospiti.

    E nonostante per più di una ragione sia stato indicato come un matrimonio ‘tecnologico‘, è assolutamente vietato twittare (cioè aggiornare il proprio profilo su Twitter) dalla Chiesa così come quello Facebook con fotografie scattate durante la cerimonia.