Fine del matrimonio: 6 segnali la preannunciano

da , il

    Fine del matrimonio: 6 segnali la preannunciano

    E’ possibile prevedere la fine di un matrimonio? Secondo John Gottman, professore emerito di Psicologia, sì. In che modo? Attraverso l’individuazione di 6 segnali che preannunciano la rottura della coppia.

    Secondo lo scienziato tali segnali preannunciano la fine del matrimonio con un’accuratezza pari al 91%. Vediamo, dunque, di capire quali sono questi 6 segnali.

    1. Approccio duro nell’avvio di una discussione. Se uno dei due partner inizia a litigare usando un tono accusatorio o di disprezzo le chanches che la discussione giunga a buon fine non sono tante.

    2. Presenza di questi 4 elementi negli scambi comunicativi tra i partner: atteggiamento di costante critica nei confronti del partner, unito al disprezzo per le sue azioni che alla lunga determina la strenua auto difesa dell’altro con argomentazioni del tipo: non è colpa mia, ma colpa tua e infine l’ostruzionismo, chiusura in un silenzio marmoreo che non lascia spiragli alla possibilità di confrontarsi e di chiarire.

    3. Flooding. Succede tutte le volte che una persona si sente satura dalle discussioni col partner e tende a distaccarsi da lui, ignorandolo quanto più può.

    4. Linguaggio del corpo. Quando si è in rotta di collisione col partner anche il nostro corpo ci invia dei segnali come l’aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna, che manifestano uno stato di tensione permanente.

    5. Incapacità di rimediare. Dopo una discussione, quasi sempre subentra la volontà di porre rimedio alle offese arrecate o ricevute attraverso gesti e parole volte a smorzare la tensione e risanare l’equilibrio rotto, quando la fine del matrimonio è imminente subentra l’incapacità di rimediare da parte di uno o di entrambi i partner per cui qualsiasi tentativo è destinato a fallire.

    6. Memorie cattive. Tirare in ballo episodi negativi del passato della coppia, usarli come continui strumenti di recriminazione nei confronti dell’altro non fa che anticipare la fine del matrimonio.