Fiori per il matrimonio: 10 consigli per non sbagliare

da , il

    Fiori per il matrimonio: 10 consigli per non sbagliare

    Decisioni come la scelta dell’abito da sposa o la location del matrimonio spesso mettono in ombra un altro dettaglio essenziale per la riuscita delle nozze: i fiori. Ecco perché si incorre spesso in errori grossolani, facendo imperdonabili gaffes in fatto di stile. Ma esistono 10 preziosi suggerimenti per scongiurare la defaillance, passiamoli in rassegna.

    1. Scegliere preferibilmente dei fiori di stagione, coniugando prezzi contenuti ed esigenze dell’ambiente. Le rose sono perfette per l’estate, tulipani e narcisi in primavera, ortensie in autunno e gigli per l’inverno.

    2. Pensare alle fattezze dell’abito da sposa prima di scegliere il bouquet. Per un abito lungo e sinuoso saranno perfette delle orchidee, mentre per qualcosa di più complicato si consiglia di optare per dei fiori più piccoli.

    3. Scegliere in base a dei ricordi personali, come i primi fiori ricevuti dal proprio marito oppure quelli preferiti da una persona particolarmente cara.

    4. Secondo le ultime tendenze si possono includere nel bouquet dei gruppi di fiori di una tipologia specifica, come i tulipani. Proprio i fiori in questione possono diventare il leit motiv del ricevimento a partire dai vestiti fino all’allestimento della sala.

    5. Ideare alternative originali per il bouquet, come l’inserimento di peperoncini rossi, da inserire anche come pezzi forti del centrotavola.

    6. Attenzione particolare al centrotavola. Si consiglia infatti la scelta di fiori dall’odore poco invasivo e dalla posizione adeguata in modo tale da non costituire un’interferenza tra gli ospiti al tavolo.

    7. Usare i fiori per una disposizione sorprendente e ricercata. Ad esempio si può posizionare per ogni tovaglio un solo fiore, come la gerbera per esempio.

    8. Riciclare eventuali piedistalli di fiori anche all’inizio del ricevimento.

    9.Tra i temi di successo spiccano ultimamente le farfalle e gli uccelli, inseribili anche nelle composizioni floreali.

    10. Utilizzare piante al posto di fiori per ornare i tavoli. Oltre ad essere un’alternativa chic possono costituire un ulteriore omaggio che gli ospiti potranno portare con sé.