Galateo del matrimonio: cose che gli sposi fanno ma che devono restare segrete

da , il

    Galateo del matrimonio: cose che gli sposi fanno ma che devono restare segrete

    Quando si parla di galateo del matrimonio si pensa a una serie di regole di bon ton che sposi e invitati devono rispettare. Questo non vuol dire solo che alcune cose non vanno fatte assolutamente, ma anche che altre si possono fare ma devono restare un segreto tra gli sposi. Della serie: tutti lo fanno ma nessuno lo dice! Eh si perché, se vogliamo vederla da questo punto di vista, il galateo impone anche un po’ di sana ipocrisia. Vediamo insieme quali sono le cose che non dovete confessare ai vostri invitati.

    Doppio bouquet

    Ebbene si: alcune spose ingannano le giovani invitate nubili che si accalcano per prendere il bouquet. Astutamente infatti ne preparano due uguali: uno da conservare e uno da utilizzare per il tradizionale lancio del bouquet. Questa scelta è comprensibile: in fondo il mazzo di fiori che ci accompagna all’altare nel giorno più bello della nostra vita ci rappresenta ed è un ricordo speciale. Questo stratagemma potrà sembrare egoistico ma in fondo è più elegante di “dimenticarsi” di fare il lancio del bouquet o di manipolarlo per farlo prendere alla sorella o all’amica del cuore.

    Il testimone di ripiego

    A volte capita che il testimone prescelto ci abbandoni pochi giorni prima della cerimonia: un impegno di lavoro improvviso o qualche altro contrattempo che gli impediscono di partecipare alle nozze. Cosa fare? Non resta che rimpiazzarlo. Attenzione però: mai confessare al prescelto che si tratta di un nome di ripiego. Anche se gli chiedete di farvi da testimone una settimana prima delle nozze non fatelo sentire come una “ruota di scorta”. Stesso a dirsi per gli “ospiti tappabuchi”, quelli che eravate indecisi se invitare o meno e alla fine chiamate perché qualcun altro ha dato forfè e dovete riempire il tavolo.

    Distribuzione dei tavoli

    E veniamo a uno dei problemi maggiori dell’organizzazione del matrimonio: la divisione ai tavoli. Non tutti qui seguono quello che imporrebbe il galateo del matrimonio ma quello che accade spesso è di vendicarsi di qualche invitato poco gradito mettendolo nel tavolo più antipatico o noioso. Piccola vendetta inconfessabile! C’è poi la questione del tavolo degli sposi: a due o con i rispettivi genitori? La tendenza ora sta diventando quella più intima, che lascia solo i due protagonisti al centro della scena. Ma non è carino dire la verità sul motivo della scelta: meglio restare vaghi parlando di questione di spazi ed esigenze pratiche… Un errore invece assolutamente da non fare è quello di trattare diversamente i tuoi genitori e quelli dello sposo: i rispettivi tavoli dovranno essere equidistanti rispetto al vostro.

    Corso prematrimoniale

    Il corso prematrimoniale serve oppure no? Per le più religiose è uno strumento utile, per le coppie più moderne (che magari vengono da una convivenza) un noioso appuntamento. Sta di fatto che esistono degli escamotage per evitarlo. Se decidete di provare tenete questo segreto per voi!

    Budget

    E’ ovvio che nell’organizzazione del matrimonio ci siano esigenze di budget e quindi su qualcosa bisognerà risparmiare. Ebbene gli invitati non dovranno mai sapere su cosa avete tagliato. Probabilmente i più maligni, attenti ad ogni dettaglio, lo capiranno da soli perché non aspettano altro che un pretesto su cui sparlare. Ma voi non confessate.

    E voi quale segreto avete dovuto mantenere per fare in modo che, agli occhi degli invitati, il vostro fosse davvero il matrimonio perfetto?