Il matrimonio di Alberto di Monaco ha prodotto 4mila tonnellate di CO2

da , il

    Il matrimonio di Alberto di Monaco ha prodotto 4mila tonnellate di CO2

    A distanza di mesi il matrimonio di Alberto di Monaco e Charlene Wittstock continua a far parlare di s. Pensate che le nozze reali dello scorso 2 luglio hanno prodotto poco più di 4mila tonnellate di CO2. Ad annunciarlo è stata la stessa Fondation Prince Albert II de Monaco che ha annunciato anche una serie di progetti per la compensazione delle emissioni.

    Il matrimonio di Alberto di Monaco e Charlene Wittstock è stato uno degli eventi dell’anno che sta per concludersi insieme al royal wedding del principe William e Kate Middleton. Anche se queste ultime sono state di certo più popolari, anche le nozze monegasche hanno suscitato tanta attenzione e curiosità e sono state seguitissime dai telespettatori di tutto il mondo. Oggi il matrimonio di Alberto di Monaco e Charlene Wittstock torna a far parlar di sé: l‘organizzazione del matrimonio ha causato 4mila tonnellate di CO2, prodotte per il 98,3% dagli spostamenti aerei e terrestri degli invitati, per l’1,2% dalle spese energetiche e per lo 0,4% dalla cena offerta dai Grimaldi.

    Il calcolo è stato effettuato dalla Fondation Prince Albert II de Monaco nell’ambito del programma Monaco Carbon Offsetting, che prevede la compensazione delle emissioni, anche quelle del matrimonio regale che verranno bilanciate attraverso la partecipazione a una serie di progetti. Ad esempio, metanizzazione in Brasile, impianti idroelettrici in India, un bacino idrico in Cina e un impianto eolico a Jiangxi, sempre in Cina. Sapevamo dell’attenzione di Alberto di Monaco per l’ambiente, vista anche la scelta dell’auto ecologica per il giorno delle nozze con Charlene, e questa ne è un’ulteriore conferma.