Inghilterra: è polemica sulla tassa sul divorzio

da , il

    Inghilterra: è polemica sulla tassa sul divorzio

    In pieno ventunesimo secolo, ormai, troppi matrimoni vanno a finire male e si sfocia, quasi sempre nel divorzio. Mentre, in Inghilterra, fervono i preparativi di uno dei matrimoni più importanti degli ultimi decenni, quello tra Kate Middleton ed il Principe Willam, è in arrivo una tra le più strambe proposte di legge che si siano mai sentite nel mondo giuridico: una tassa per chi divorzia. Può sembrare un modo per far guadagnare più soldi al fisco, ma in realtà i motivo sono diversi e di nobili principi.

    L’intento, difatti, è quello di arginare il dilagante fenomeno delle separazioni e dei divorzi, che disturba notevolmente la crescita dei malcapitati figli. Nonostante la tassa si trovi ancora in una fase di proposta, ha già fatto discutere notevolmente, da quando il sottosegretario conservatore al Ministero del Lavoro e delle Pensioni, Maia Miller, ha dichiarato: L’obiettivo è quello di convincere i genitori che il divorzio debba essere l’ultima soluzione possibile. Tutto il sistema deve essere poi rivisto in favore del concetto di famiglia.

    Oltre però, all’intento della parte più consevatrici e quindi tradizionalista del paese, di bloccare il fenomeno divorzi, si pensa anche a rimediae al deficit di ben quattro miliardi di sterline accumulato dal Child Support Agency, l’ente nato al fine di isolvere i problemi e le controversie coniugali.