Le regole di bonton per scegliere l’abito da sposa

da , il

    La scelta dell’abito da sposa è uno dei momenti fondamentali quando ci si sposa ed è anche il momento in cui le spose mettono alla prova il proprio senso per la moda e per lo stile e la loro idea di bonton e stile.

    Nella scelta dell’abito da sposa la prima cosa che dovete tenere a mente è la sua comodità per cui dovrete scegliere necessariamente un modello che vi faccia sentire a vostro agio ma che tenga conto comunque di una serie di regole per evitare di ricevere più critiche del dovuto.

    Via libera agli abiti lunghi, anche in municipio, in tessuto lavorato e ricamato e che presenti sfumature di colore molto delicate mentre fate attenzione alle scollature perchè in Chiesa sarebbe bene essere coperte al punto tale da non apparire volgari: niente scollature estreme davanti o dietro e se possibile adottate una stola che copra le spalle, qualora queste restino scoperte.

    Ricordate di indossare sempre e comunque le calze che denotano uno stile sobrio ma soprattutto elegante e che le scarpe aperte sarebbero da evitare anche se si tratta di sandali gioiello e se il vestito è lungo al punto tale da coprire i piedi.

    Potete abbinare al vestito una borsa piccola dello stesso tessuto e dello stesso colore ma solo se vi sposate in Comune mentre in Chiesa evitate qualsiasi orpello aggiuntivo e ricordatevi, se avete deciso di indossare dei guanti, di toglierli non appena inizia la cerimonia.

    Vi consiglio infine di acquistare un abito da sposa già confezionato e non di farvi realizzare il vestito da una sarta perchè l’effetto finale potrebbe non essere quello che vi aspettavate e la spesa potrebbe essere troppo alta e non rispettare quanto vi eravate prefissate.