Luna di miele: perchè si chiama così?

da , il

    Luna di miele: perchè si chiama così?

    Vi siete mai domandate perché la luna di miele si chiama così? Cosa hanno a che fare la luna e soprattutto il miele con il viaggio che la coppia fa dopo essere convolata a nozze? Una spiegazione univoca non esiste, ma popoli diversi in epoche diverse hanno tentato di fornire svariate interpretazioni.

    L’ipotesi più accreditata è senz’altro quella che riconduce la luna al primo mese di vita matrimoniale e il miele ad una metafora della dolcezza che a questo periodo si accompagna.

    L’espressione luna di miele, presente nella lingua francese lune de miel, in quella spagnola luna de miel, in quella inglese honeymoon e persino in quella araba shahr el ‘assal, potrebbe anche riferirsi all’abitudine esistente presso i popoli antichi di regalare alle coppie di sposini una piccola quantità di idromele, un liquore prodotto dalla fermentazione del miele che sarebbe dovuto essere consumato dagli stessi entro il primo mese di matrimonio come buon auspicio per la fertilità.

    Nel medioevo, le famiglie davano del miele in dote alla figlia che andava in sposa in quanto il miele era considerato un simbolo di ricchezza e prosperità per via del suo costo elevato. Con l’espressione luna di miele si soleva indicare la prima sera che la coppia trascorreva insieme.

    Il The Oxford Dictionary a proposito dell’espressione luna di miele lascia intendere che ad essere mielosa, vale a dire dolce sarà unicamente la prima luna, inteso come il primo mese e più genericamente il primo periodo di matrimonio, che comunque sarà destinato a concludersi presto.

    Ai giorni nostri la fase dell’idillio si fa coincidere con quella di un viaggio che la coppia si concede come premio alla fatica spesa per organizzare le nozze.

    Foto di kaybee07