Matrimoni rovinati da Facebook

da , il

    Matrimoni rovinati da Facebook

    D’oltreoceano è giunta la notizia che Facebook insieme agli altri social network, siano i maggiori responsabili dei divorzi. Infatti secondo quanto affermato da molti legali divorzisti americani, le cause di divorzio attribuibili ai danni da social network sono pari addirittura all’80%! Sembra, secondo quanto affermato da questa statistica, che la maggior parte dei tradimenti maturi inizialmente in chat, dove uomini e donne tendono a rifugiarsi quando la situazione matrimoniale diventa insostenibile. Dapprima si cerca un conforto ai propri fallimenti sentimentale, poi da un’iniziale fare consolatoria, pare si passi a quella attiva della conoscenza e del tradimento.

    Già tempo fa, la presunta pericolosità di questi social network era stata denunciata sul Foglio dal direttore di testata Giuliano Ferrara, lo stesso che in tempi non sospetti si era battuto contro la legge sull’aborto. Oggi torna per denunciare ed allertare gli utenti internet della subdola ed insidiosa pericolosità di Facebook. Ha affermato testualmente: “Intendo farmi servizio pubblico e denunciare la pericolosità sociale dell’aggeggio sfascia famiglie”.

    Nonostante le statistiche condotte dai divorzisti americani, nonostante anche l’allarme lanciato da Giuliano Ferrara, Facebook e gli altri social network sono innegabilmente il fenomeno sociale più importante e rilevante dell’era digitale, sono l’espressione tangibile dell’evoluzione sociale a cui è giunto l’uomo.

    Sono oltre che mezzo di comunicazione, strumento valido per strategie marketing, piattaforma di ricerca lavoro, sono il mondo virtuale di cui gli individui possono entrare a far parte quando il mondo reale non è più abbastanza.