Matrimonio con un clandestino, a San Marino è legale

da , il

    Matrimonio con un clandestino, a San Marino è legale

    Sposare un cittadino clandestino in Italia è vietato, ma a San Marino si può fare. Secondo il cosiddetto pacchetto sicurezza, infatti, in vigore dal luglio del 2009 una persona straniera che voglia sposarsi in Italia deve dimostrare la regolarità del proprio soggiorno altrimenti non può farlo.

    Prima dell’ introduzione di questa norma, invece, se uno straniero era clandestino, sposandosi con una persona italiana automaticamente aveva diritto ad un permesso di soggiorno, mentre se il coniuge era straniero regolarmente soggiornante avrebbe potuto chiedere il ricongiungimento familiare. Con questa norma le coppie in cui uno dei due è irregolare non hanno alternative all’illegalità e non possono sposarsi.

    La legge parte dal presupposto che l’unica ragione per cui un clandestino possa decidere di sposarsi è quello di ottenere il permesso di soggiorno. Assurdo soprattutto se consideriamo che tutto l’ordinamento internazionale riconosce il matrimonio come un diritto fondamentale.

    Che fare, dunque?

    Basta celebrare un matrimonio all’estero, ma senza andare troppo lontano, nella Repubblica di San Marino il matrimonio con una persona straniera o fra stranieri è consentito senza la necessità da parte di questi ultimi di presentare documenti attestanti la regolarità del proprio soggiorno.

    Che San Marino da oasi fiscale per disperdere i capitali, sia diventata oasi delle libere unioni? Sì, ma la libertà ha un prezzo! Prima dell’emanazione di questa legge le coppie che si sposavano a San Marino erano una quindicina l’anno. Dopo l’approvazione sono diventate settanta. E sono continuate ad aumentare, al punto che San Marino da buon affarista ha pensato bene di aumentare i prezzi.

    Sposarsi a San Marino costa fra i 300 e i 1000 euro, ma nonostante i prezzi decisamente elevati sono tante le coppie composte da un italiano e un irregolare, o da uno straniero regolare in Italia e un clandestino, che decidono di investire questa somma in cambio della sospirata carta di soggiorno. Sono sufficienti un passaporto valido e un certificato di stato libero e atto di nascita, emessi dal Comune del Paese d’origine, tradotti e timbrati dal consolato in Italia e legalizzati dalla Prefettura. Comunque tutte le istruzioni su come contrarre matrimonio a San Marino sono disponibili on line!