Matrimonio gay: in Cina per ora è simbolico

da , il

    Matrimonio gay: in Cina per ora è simbolico

    Anche in Cina è stato celebrato, qualche giorno fa, il primo matrimonio tra omosessuali. La notizia è stata data dal China Daily che ha sottolineato che si tratta, però, di un’unione simbolica in quanto nel Paese non sono ancora ammessi i matrimoni gay. Così, anche in Cina due uomini, Xiao Qiang e Da Wen, sono stati uniti in matrimonio con una cerimonia simbolo, fatta soprattutto per portare all’attenzione della stampa e dell’opinione pubblica il problema dell’omosessualità.

    L’iniziativa è ancora più curiosa in quanto non si tratta in realtà di una vera coppia di omosessuali: uno dei due, infatti, è sposato regolarmente con una donna ed è anche padre di un bambino. Ciò ha contribuito, ovviamente anche all’aumentare delle polemiche già abbondanti, tanto che qualcuno ha anche pensato di far intervenire le forze d’ordine per bloccare la manifestazione.

    D’altro canto, però, molte altre persone hanno sostenuto l’iniziativa, appoggiando i due sposi che hanno dichiarato: Noi vogliamo solo vivere insieme come una coppia normale e stabile. Non ci interessa se il matrimonio è valido o no. La mentalità della gente per fortuna ora è più aperta che in passato, ecco perché abbiamo trovato il coraggio di rendere la cosa pubblica

    Oltre a ciò, pare che i due si siano anche rivolti ad un avvocato per denunciare i giornalisti del China Daily che hanno fotografato senza permesso la coppia e hanno riportato l’evento con molte inesattezze, contribuendo a fomentare chi già condannava la loro iniziativa.