Matrimonio gay New Mexico, la governatrice contraria perde il parrucchiere

da , il

    Matrimonio gay New Mexico, la governatrice contraria perde il parrucchiere

    Quando Susana Martinez, governatore repubblicano del New Mexico ha detto no ai matrimoni gay nello Stato che amministra, forse, il pensiero che la sua decisione potesse farle subire in qualche modo ritorsioni l’ha sfiorata, ma mai avrebbe immaginato la conseguenza che tale decisione ha avuto nella sua vita, non politica ma personale.

    Il suo parrucchiere, Antonio Darden, divenuto famoso a Santa Fé anche per avere tagliato più volte il caschetto biondo della signora Martinez si è categoricamente rifiutato di fissare alla governatrice un nuovo appuntamento perché contraria all’ipotesi di legalizzare i matrimoni gay nello Stato.

    Un’assistente del governatore mi ha chiamato poco tempo fa per prenotare – ha raccontato alla stampa l’hair stylist - ma proprio a causa delle sue affermazioni sui matrimoni gay ho rifiutato. Hanno poi richiamato il giorno seguente, chiedendo se avessi cambiato idea, ma ho detto di no‘.

    Un esempio di coerenza che non si piega al potere e al denaro. ‘Penso sia una questione di uguaglianza e dignità per tutti‘ ha poi spiegato Darden dichiarandosi pronto a perdere anche un’importante cliente pur di non tradire la sua battaglia per i pari diritti. ‘Chiunque dovrebbe avere questo diritto. Il mio compagno ed io stiamo insieme da 15 anni‘.

    Lo Stato del Maryland, invece, ha approvato solo qualche giorno fa la legge per la legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso. Il Maryland si unirà quindi agli altri sette Stati Usa (New York, Massachusetts, Connecticut, Vermont, New Hampshire, Iowa e Stato di Washington, oltre al Distretto di Columbia) che riconoscono il matrimonio gay.