Matrimonio in camion: lo sposo guida per 60 chilometri gli invitati

da , il

    Matrimonio in camion: lo sposo guida per 60 chilometri gli invitati

    Mi sono sposato come ho sempre sognato di fare‘ ha commentato felice Angelo Genova, 26enne autotrasportatore di Sant’Agata di Puglia a proposito del suo matrimonio in camion. Dando attuazione a questa originalissima trovata, lo sposino pugliese ha realizzato il sogno della sua vita.

    Dopo essersi sposato ha accompagnato la moglie Giusy Maruotti, di 24 anni al ricevimento a bordo del suo Tir, guidando per circa 60 chilometri la carovana con gli invitati.

    L’autotreno di sua proprietà, è stato opportunamente abbellito e messo a nuovo proprio per la particolare e festosa circostanza.

    Sono particolarmente felice - ha spiegato alla stampa lo sposo – perché mi sono sposato e l’ho fatto nel modo che ho sempre sognato‘.

    Dopo la funzione religiosa, svoltasi nella chiesa San Nicola, Angelo ha, infatti, fatto salire la sua Giusy sulla motrice del Tir e l’ha portata ad Orsara di Puglia, dove si è svolto il ricevimento di nozze, mettendosi a capo di una lunga teoria di auto.

    Dopo la cena – ha detto ancora Angelo – lasceremo il Tir a casa e andremo per qualche giorno in Sardegna, a Cagliari, ma il vero viaggio di nozze lo faremo a Natale, concedendoci una quindicina di giorni a Parigi‘.

    Non si tratta del primo matrimonio in camion a cui assistiamo in Italia. Prima della coppia pugliese lo aveva già fatto una coppia romana proprio nel giorno in cui l’Italia ha fatto game over ai mondiali in Sudafrica. Francesca ed a Emmanuele, questi i nomi dei due giovani sposi, non amando le cose troppo ovvie o di routine, avevano preferito inventare qualcosa di insolito…

    Sono sempre più numerose le coppie, che per sposarsi – oggi - cercano idee originali e fuori dal comune al punto che sarà veramente capace di un matrimonio originale solo la coppia che si sentirà di tornare alla tradizione! Cosa che per quanto possa sembrare paradossale, sembra piuttosto ardua!