Matrimonio in India da 140 mila euro in stile Bollywood

da , il

    Matrimonio in India da 140 mila euro in stile Bollywood

    Centoquaranta mila euro e quattromila e cinquecento invitati per un matrimonio da mille e una notte. E’ stato celebrato nel cuore dell’India, a Jaipur secondo la tradizione indù ma con uno sfarzo fuori dal comune, in puro stile Bollywood.

    Ad essersi giurati amore eterno all’interno del Maraja Maharani Sisodia Garden in Agra Road sono stati i rampolli di due ricche famiglie borghesi. Mamta Sonya e Bhaiya ji (Ashish), i due futuri coniugi, appartengono, infatti, alla prima casta e sono rispettivamente figli di orafi e alchimisti.

    La coppia ha speso 20 mila euro per il noleggio della sala dove si sono svolti i festeggiamenti, ha assoldato 25 chef per un menù rigorosamente vegetariano, 70 persone addette alla cucina per una cena senza alcolici, 50 portatori di lampade,2 elefanti dipinti a mano. La sposina ha 24 anni, studia medicina a New Delhi e per il suo matrimonio ha scelto di indossare un vestito ricamato in oro da 10.000 euro, una cifra enorme per gli standard indiani, fatto realizzare a Varanasi, meglio conosciuta come Benares. E’ stato calcolato, inoltre, che la sua dote da sola rappresenta un impegno economico che non riuscirà ad estinguersi nella prima generazione.

    Le nozze sono arrivate dopo l’ufficializzazione del bramino avvenuta 6 mesi prima in cui i due futuri sposi si sono incontrati solo con le rispettive famiglie.

    Ma in India, dove il matrimonio rappresenta una delle istituzioni sociali più importanti ognuno celebra il matrimonio secondo le proprie possibilità. Non tutti possono permettersi i palazzi dei marajà come gli sposi di Jaipur, per i più ci sono colorati tendoni di fortuna.

    Secondo le statistiche governative, la popolazione resta fedele alle tradizioni e il 60% degli indiani si sposa preferendo di gran lunga i riti combinati, specialmente nelle zone rurali e con tasso di alfabetizzazione pari al 63%. E ciò nonostante le unioni reggono: a differenza di quanto avviene in Italia, i divorzi, in India sono solo il 5%.