Matrimonio in ospedale per una coppia di Rovereto

da , il

    Matrimonio in ospedale per una coppia di Rovereto

    Dove ci sposiamo? Si domandano molti futuri sposi in procinto di convolare a nozze. La scelta della location, infatti, è considerata una tappa molto importante nell’organizzazione di un matrimonio. Non per Isidoro Zontini e la sua sposa che hanno celebrato il loro matrimonio in ospedale, a Rovereto.

    Desideravano sposarsi da tanto tempo e alla fine ce l’hanno fatta. Nessuna villa ottocentesca o castello medievale a fare da scenografia alle nozze, ma un mazzo di orchidee, tanti camici bianchi e le attrezzature ospedaliere, per questa coppia di Rovereto che si è unita in matrimonio nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Rovereto.

    Il matrimonio è stato celebrato in ospedale dove lo sposo è stato ricoverato in una fase critica della sua malattia. La cerimonia è stata celebrata dall’assessore del Comune di Rovereto, Franco Frisinghelli, alla presenza dei familiari degli sposi, in una stanzetta del reparto di terapia intensiva dell’ospedale, per l’occasione liberata quanto più possibile dai macchinari per la rianimazione.

    Sul comodino, accanto al letto, un vaso di orchidee donato dal personale sanitario. In una lettera inviata al quotidiano L’Adige che oggi ha dato la notizia del matrimonio avvenuto il 28 novembre scorso – i due novelli sposi ringraziano commossi il Comune e il personale del reparto. ‘E’ proprio nei momenti del bisogno, dell’incertezza e dello sconforto – scrivono – che la vita ti fa incontrare persone speciali che danno fiducia, forza e che aiutano, nonostante tutto, a guardare avanti‘.

    Foto di Maxime 2.0