Matrimonio in tenda a Marsciano: la protesta degli sposi

da , il

    Matrimonio in tenda a Marsciano: la protesta degli sposi

    Una location particolare ma ricca di significato quella scelta da una coppia della provincia di Perugia che ha deciso di celebrare il matrimonio in tenda a Marsciano. La protesta degli sposi si unisce a quella dell’amministrazione comunale per la speranza di sollecitare l’erogazione di fondi per la ricostruzione dopo il terremoto del dicembre 2009.

    Di sicuro avevano immaginato diversamente l’organizzazione del matrimonio Amalya Khachiyan e Tobia Fiocchetti che nei giorni scorsi si sono uniti in matrimonio in tenda nella frazione di Spina a Marsciano, in provincia di Perugia, in segno di protesta. Gli sposi hanno infatti deciso di appoggiare l’amministrazione comunale che, da sabato scorso, ha trasferito la propria attività, e quindi la sede del co9mune, proprio in quella tenda. Lo scopo è alzare l’attenzione sulle difficoltà dei residenti e per la speranza di sollecitare l’erogazione di fondi per la ricostruzione dopo il terremoto del dicembre 2009.

    A celebrare le nozze con rito civile è stato il sindaco Alfio Todini, con la fascia tricolore. L’abito da sposa scelto da Amalya era di colore bianco candido con tanto di guanti abbinati alla perfezione. Lo sposo Tobia ha scelto il classico ed elegante abito scuro. Gli sposi, raggianti, apparivano in contrasto con la location del matrimonio. Lo spazio angusto della tenda ha infatti costretto molti degli invitati alle nozze ad assistere alla cerimonia dall’esterno.

    Lo sposo ha raccontato di aver dovuto combattere contro un’iniziale riserva dimostrata dalla sua futura moglie sul fatto di sposarsi nella tenda. Ora, entrambi sono convinti che il loro piccolo gesto abbia dimostrato un importante sostegno alle proteste dell’amministrazione e di tutta la comunità comunità che chiede risposte sul problema della ricostruzione post terremoto.