Matrimonio lussuoso per la figlia di Zuma

da , il

    Matrimonio lussuoso per la figlia di Zuma

    Quando un papà è alle prese con l’organizzazione del matrimonio della figlia, si sa, non può badare a spese. E così ha fatto il presidente sudafricano Jacob Zuma per la ventottenne figlia Dudzile che ha sposato nel weekend l’imprenditore Lonwabo Sambudla di 31 anni. Per festeggiare il matrimonio sono stati organizzati ben due ricevimenti di nozze, nel segno del lusso e dello sfarzo più estremo. La cerimonia e una prima festa si sono svolte in Sudafrica, per poi continuare le celebrazioni a Parigi.

    Quando si dice non preoccuparsi dei costi delle nozze: sicuramente le spese sostenute per il matrimonio non sono state un problema per Jacob Zuma, papà di questa fortunata sposa. Le nozze della figlia Dudzile con Lonwabo Sambudla si sono celebrate in una riserva privata, la Inkwenkwezi Game Reserve, ad Eastern Cape in Sudafrica, e la sposa indossava un preziosissimo abito bianco tempestato di cristalli Swarovski e ai piedi delle scarpe da sogno di Christian Louboutin. Non potevano certo mancare gli accessori: una collana di diamanti dal valore di 150mila euro.

    Per arrivare in chiesa, il padre e la sposa hanno scelto un risciò e il corteo nuziale è stato seguito dalle le donne del villaggio che cantavano le canzoni tradizionali. In una location d’eccezione come la riserva Inkwenkwezi non potevano certo mancare gli elefanti che con i loro barriti hanno fatto da sottofondo allo scambio delle promesse nuziali.

    Per festeggiare in grande stile gli sposi hanno scelto la città degli innamorati, Parigi dove si è svolto un lussuoso ricevimento di nozze. Il tema della festa era la moda e la città francese: la torta nuziale era infatti decorata con torri Eiffel e i tavoli degli invitati portavano i nomi di Louis Vuitton, Jean Paul Gaultier, Notre Dame, Moulin Rouge. Il secondo ricevimento si è invece tenuto a Mthatha, nel villaggio dello sposo.

    Credete che degli sposi così non abbino voluto regali di nozze? Vi sbagliate: pur non avendo approntato una vera lista nozze, gli sposini hanno chiesto a parenti e amici dei buoni regalo per lo shopping, da spendere nei negozi più costosi e alla moda di Parigi.