Musica per matrimonio: quale scegliere

Quale musica scegliere per il matrimonio? Qual è la musica più adatta per il matrimonio religioso in chiesa, quale scegliere per il matrimonio civile in comune e per il ricevimento di matrimonio? Ecco i consigli per non sbagliare e tutto quello che c’è da sapere

da , il

    Musica per matrimonio: quale scegliere

    Quale musica scegliere per il matrimonio? Qual è la musica più adatta per il matrimonio in chiesa, per il ricevimento di nozze o per il matrimonio in comune? Rispondere a queste domande è fondamentale per una coppia, la musica infatti è l’elemento più importante per creare un’atmosfera romantica e per rendere indimenticabile il giorno più bello nella vita di ogni coppia. Vediamo insieme alcuni consigli per non sbagliare.

    La musica per il matrimonio in chiesa

    la musica per il matrimonio religioso

    Qual è la musica per il matrimonio in chiesa più adatta? Fate molta attenzione in questo caso perché non sempre avrete la possibilità di scegliere. Alcune parrocchie infatti hanno già cori destinati all’animazione durante la messa e potrebbero non essere aperte a variazioni. Assicuratevi quindi di esprimere i vostri desideri al parroco prima di tutto e una volta avuto il via libera potrete pensare a diversi tipi di musica per il matrimonio religioso.

    Nel periodo di tempo che precede l’arrivo della sposa in chiesa, potrete richiedere di far suonare un pezzo di musica classica, per esempio il “Concerto di Brandenburgo No. 2” di Johann Sebastian Bach oppure il sempre bellissimo “Clair De Lune” di Claude Debussy, o ancora il tradizionale “Canone” di Pachelbel. Trattandosi di pezzi profani, l’approvazione del parroco è fondamentale.

    L’arrivo della sposa va accompagnato con la classica “Marcia Nuziale” di Mendelssohn, il modo perfetto per attirare l’attenzione dei presenti su di lei.

    La musica da matrimonio religioso cambia a seconda della parrocchia in cui si svolge il rito e diverse hanno già liste di canti pronti tra cui potrete scegliere. Se vi viene permesso, potrete ingaggiare musicisti per il matrimonio che suonino per voi pezzi celebri come l’ “Ave Maria” di Schubert, in questi casi i trio di archi sono i più gettonati.

    All’uscita dalla chiesa non ci sono più regole ferree da rispettare, per cui potrete chiedere ai vostri musicisti di suonare i pezzi romantici che preferite, per esempio le canzoni che hanno scandito la vostra storia d’amore.

    La musica per il matrimonio civile

    musica matrimonio civile in comune

    Nella scelta della musica per il matrimonio in comune sarete sottoposti a molte meno regole ferree. La cerimonia civile ha in genere una durata inferiore rispetto a quella religiosa, per questo i momenti musicali sono fondamentali per creare un’atmosfera più suggestiva.

    Per la musica delle nozze civili dovrete affidarvi a dei professionisti, potrete quindi assumere un DJ o un gruppo di musicisti che suoni musica dal vivo. In quali momenti dare spazio alla musica durante il matrimonio civile? Come per il matrimonio in chiesa, fate accompagnare i passi della sposa con la marcia nuziale, quindi richiedete un sottofondo per lo scambio delle fedi, la lettura delle intenzioni e l’uscita degli sposi.

    Potrete premiare pezzi di musica classica che amate o potrete far suonare canzoni moderne e non religiose, avrete insomma un ampio ventaglio di possibilità.

    La musica per il ricevimento del matrimonio

    musica ricevimento matrimonio

    Quale musica scegliere per il ricevimento del matrimonio? Tutto dipende da voi e dai vostri gusti. Se la vostra scelta ricade su un DJ, ci sono alcuni punti da tenere a mente. Il prezzo per l’assunzione di un DJ può variare tra i 500 e i 1000 euro e in alcuni casi può anche essere più alto.

    Oltre alla spesa per il DJ, dovrete anche pagare i diritti alla SIAE: la Società Italiana degli Autori ed Editori tutela i diritti d’autore in fatto di brani musicali registrati riprodotti durante qualunque evento, perciò se create una playlist da far riprodurre al DJ, dovrete anche pagare una certa spesa alla SIAE.

    Ci sono però alcuni DJ e gruppi musicali che inseriscono questo costo all’interno del loro pagamento.

    Il DJ potrà riprodurre tutte le canzoni che amate di più, pezzi romantici, musica dance e balli di gruppo, ma potrà anche provvedere a sottofondi più rilassanti durante i pasti.

    L’alternativa al DJ è la musica dal vivo: in questo caso dovrete assumere un cantante o una band, ma i prezzi diventano più alti. La musica dal vivo è sicuramente più suggestiva rispetto a quella riprodotta, ed è la scelta perfetta per nozze particolarmente eleganti come quelle in location principesche.

    In entrambi i casi, i musicisti presenti o il DJ potranno accompagnare l’ingresso della coppia in sala con la classica marcia nuziale o con un pezzo caro agli sposi.

    Per il primo basso la coppia può richiedere la canzone che più li rappresenta: grandi classici in questo caso sono “At Last” di Etta James, “All of Me” di John Legend, “A Thousand Years” di Christina Perri, “Your Song” di Elton John e “(Everything I do) I do it for you” di Bryan Adams.

    La musica pop e dance di tendenza dell’anno andrà benissimo per far ballare gli ospiti, mentre per il taglio della torta potrete puntare su un sottofondo classico oppure sulla colonna sonora di film famosi, per esempio la soundtrack del film “Vi presento Joe Black” o quella del film “Al di là dei sogni” o ancora “Il fantastico mondo di Amelie”.

    Per l’ultimo ballo puntate sui classici rock più amati, per esempio “Somebody to love” dei Queen, il brano perfetto per un’uscita in grande stile.