Organizzare un matrimonio civile: rito, documenti e abito per l’occasione

Organizzare un matrimonio civile: rito, documenti e abito per l’occasione
    Organizzare un matrimonio civile: rito, documenti e abito per l’occasione

    Crescono le separazioni e con esse le seconde nozze. Il matrimonio civile è la scelta obbligata per le coppie che precedentemente hanno contratto un rito religioso o per le coppie non credenti che semplicemente non desiderano un matrimonio in chiesa. E allora ecco che di necessità si fa virtù. Molti Comuni si sono adattati mettendo a disposizione delle location per matrimoni davvero particolari come stadi, teatri e luoghi d’arte. Ma cosa occorre per la celebrazione di matrimonio in comune? Documenti, abiti, testimoni, galateo: vi diciamo tutto per non arrivare impreparati al vostro giorno speciale!

    Documenti matrimonio civile

    Documenti matrimonio

    Per prima cosai promessi sposi devono recarsi presso l’ufficio di stato civile del comune di residenza per firmare il documento di autocertificazione completo di tutti i dati anagrafici. Bisogna andare all’ufficio matrimoni con un documento di riconoscimento valido e compilare la dichiarazione in carta semplice: non occorrono bolli o autentificazione della firma. Sarà poi lo stesso ufficio a dover dare l’ok per poter passare poi al passo successivo, alla cosiddetta promessa di matrimonio.

    Promessa matrimonio

    Fedi matrimonio

    Dopo qualche giorno, il tempo necessario agli uffici comunali per poter svolgere le pratiche, i futuri sposi saranno contattati dal Comune per fissare la data del giuramento che dovrà avvenire in presenza di un genitore (che testimoni la non consanguignità tra i due futuri sposi) e di un testimone. E’ necessario in questa fase consegnare i seguenti documenti: estratto per riassunto dell’atto di nascita per uso matrimonio e certificato in bollo con residenza, cittadinanza e stato libero. Nel caso di impossibilità di partecipazione di un genitore, sarà necessario consegnare una a copia integrale dell’atto di nascita rilasciata dal Comune di nascita.

    Pubblicazioni matrimonio e rito civile

    Rito civile

    Trascorsa una settimana, saranno esposte le pubblicazioni e ai futuri sposi verrà dato un nulla osta per sposarsi entro 180 giorni. La cerimonia sarà officiata dal sindaco che darà lettura degli articoli del codice civile (artt. 143, 144, 147), formulerà la classica domanda (Vuoi tu X prendere in sposa/o Y?) e alla fine la dichiarazione nuziale.

    Solo dopo di questa ai futuri marito e moglie sarà consentito di scambiarsi gli anelli. Questa la parte burocratica.

    Abiti matrimonio civile

    Abiti da sposa bianchi

    Veniamo all’abito. Se siete giovani e vi sposate per la prima volta potrete indossare anche il classico abito da sposa: bianco, segno di purezza e verginità. Altrimenti desistete e fate come Eva Longoria che ha scelto un semplicissimo abito da cocktail per il suo matrimonio.

    Eva Longoria abito da sposa

    I testimoni del matrimonio civile

    Il testimone, o i testimoni. La loro scelta è molto importante: sono infatti chiamati a testimoniare legalmente che l’amore è nato spontaneamente e che gli sposi stanno contraendo matrimonio per loro volontà, senza costrizioni. Dovrete scegliere qualcuno a voi molto vicino, una persona importante. Secondo il galateo, ai testimoni spetterà una bomboniera diversa rispetto a quella degli altri invitati e tavolo apposito.

    746

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Documenti nozzeGalateo nozzeMatrimonioMatrimonio civile
    TOP VIDEO
    PIÙ POPOLARI