Organizzare un matrimonio con pochi soldi grazie allo Shareable Wedding

da , il

    Organizzare un matrimonio con pochi soldi grazie allo Shareable Wedding

    Siete alle prese con la volontà di organizzare un matrimonio con pochi soldi e proprio non sapete come fare? Un’idea semplice, ma allo stesso tempo molto efficace è quella dello Shareable Wedding. In cosa consiste? Semplicemente nel chiedere a ciascun amico di mettere a disposizione il suo talento nell’organizzazione del vostro matrimonio.

    Mi spiego meglio con un esempio: organizzare un matrimonio con pochi soldi presuppone il taglio di alcune spese. Se avete un amico fotografo potete chiedere a lui di realizzare il servizio fotografico del matrimonio utilizzando il suo talento.

    Ovviamente organizzare un matrimonio con pochi soldi in questo modo non vuol dire elemosinare dai vostri amici servizi che normalmente sono a pagamento, ma semplicemente chiedere loro di regalarvi qualcosa che sanno fare al posto del solito servizio di limoges destinato a prendere polvere in qualche credenza.

    Grazie allo Shareable Wedding non solo riuscirete ad organizzare un matrimonio con pochi soldi, ma riuscirete a coinvolgere i vostri amici e parenti nella preparazione della cerimonia. Molte volte è un aspetto che sottovalutiamo, ma intorno all’organizzazione del matrimonio esiste un vero e proprio business. Intendo dire che una torta di nozze preparata dalla zia specialista nell’arte dolciaria in poco o in nulla si differenzia dalla torta di nozze che ordiniamo normalmente in pasticceria tranne che nel prezzo. Solo perché si tratta di una wedding cake, il pasticcere in questione, infatti, non esisterà a farcela pagare di più per la ragione, ormai manifesta, che per il giorno del sì non si bada a spese. Ma se vogliamo organizzare un matrimonio con pochi soldi non c’è nulla di male a chiedere alla zia di prepararci la torta al posto del suo regalo-assegno. Noi eviteremo di pagare il ‘pizzo‘ al pasticcere e la zia si sentirà felice di prendere parte attiva al nostro giorno più bello.

    Ma, direte subito voi, Se non ho una zia che fa la pasticcera o un amico fotografo? Per lo Shareable Wedding non è necessario avvalersi della collaborazione di professionisti. Quanti hanno un talento in determinate cose senza che lo facciano per mestiere? Così potremmo chiedere alle nostre amiche particolarmente creative o fantasiose di aiutarci nelle composizioni di fiori per i bouquet o con le musiche da scegliere. Il gusto prescinde dal possesso di un diploma. Non è il titolo del resto ad abilitare all’esercizio della professione, ma proprio il talento in quello che si va a fare.

    Organizzare un matrimonio con pochi soldi non è una missione impossibile e soprattutto non vuol dire ‘accontentarsi‘, può anzi voler dire personalizzare l’organizzazione secondo il proprio gusto e le proprie inclinazioni trasformando la nostra festa in una festa di tutti. Anche i vostri amici, infatti, saranno felici di donarvi qualcosa in cui sono bravi, in fondo il senso del dono è proprio questo, anche se nel tempo grazie a impersonali liste nozze e regali in busta si è smarrito per strada…