Organizzare un matrimonio? Roba da wedding planner

da , il

    Organizzare un matrimonio? Roba da wedding planner

    Per organizzare un matrimonio serve il wedding planner per 2 italiani su 10. E’ quanto emerge da una ricerca di SWG sulle nuove tendenze in fatto di matrimonio, commissionata dall’Associazione Wedding Planners.

    L’indagine ‘Matrimoni e feste di nozze: le nuove tendenze‘ è stata condotta nel marzo 2012 su un campione di 502 casi tramite il sistema di rilevazione CAWI, i risultati saranno presentati in occasione del primo congresso nazionale dell’Associazione Wedding Planners, che si svolgerà il 14 aprile presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca. Eccovi, intanto, qualche anticipazione…

    Dai dati raccolti viene fuori che il 67% degli italiani sa di cosa si occupa un wedding planner, e che sono per lo più uomini con un alto livello di scolarizzazione che scelgono di affidare ad un wedding planner l’organizzazione del proprio matrimonio. Sono sempre gli uomini che per il proprio matrimonio mettono in preventivo un numero maggiore di invitati rispetto alle donne (in media 74 per gli uomini e 63 per le donne). Al di là delle differenze uomo/donna, in Italia la media degli invitati ad un matrimonio è di 68 persone, con delle spiccate differenze a livello regionale. Nel Centro, nel Sud e soprattutto nelle Isole la media si alza, raggiungendo il numero di 93 invitati, mentre nella zona del Nord Est il numero di invitati tende ad essere contratto il più possibile. In tutti i casi a desiderare un maggior numero di ospiti per la propria festa di nozze sono coppie giovani (24-44 anni).

    Altro aspetto importante che emerge dalla ricerca è che gli uomini tendono a dare più importanza alla concretezza, investendo principalmente sulla sala e il menù. Le donne, invece, attribuiscono maggior peso all’estetica, desiderando un abito da sposa costoso e un servizio fotografico di qualità, ma in generale per tutte le altre spese puntano sul low cost.

    Quello che accomuna uomini e donne è la considerazione del matrimonio come una festa allegra, ma allo stesso tempo rispettoso della tradizione.