Prima notte di nozze: le spose preferiscono dormire

da , il

    Prima notte di nozze: le spose preferiscono dormire

    Non ci sono più i matrimoni di una volta e tantomeno le prime notti di nozze. Digerito l’interminabile banchetto nuziale e liquidati gentilmente tutti gli ospiti con le bomboniere, i novelli sposi secondo la tradizione dovrebbero dar vita ad una notte di passione scoppiettante e indimenticabile. E, invece, le spose di oggi, sempre meno caste e sempre più stanche, cedono alle lusinghe di Morfeo lasciando i maritini con un palmo di naso.

    A svelare questa poco idilliaca verità un sondaggio effettuato dall’edizione belga della rivista femminile Flair. Interrogando 1270 sposine a proposito della prima notte di nozze, si è rilevato che due su tre hanno optato per il meritato riposo. Del tutto assente il desiderio sessuale e la voglia di romanticismo, le spose non hanno preso in considerazione la volontà dei mariti. L’82% di questi ultimi, infatti, ha sperato invano in una notte bollente con la fede al dito.

    Come spiegare questo vistoso squilibrio tra comportamento femminile e maschile? Non sembra valere la classica e stereotipata differenza tra sessi, quanto piuttosto la diversa mole di stanchezza accumulata prima del fatidico giorno. Nella gran parte dei casi, infatti, è la sposa ad occuparsi di tutti dettagli legati alla cerimonia passando anche per la gravosa preparazione della propria immagine tra prove dell’abito da sposa, trucco e parrucco. Lo sposo, dal canto suo, si gode il momento con aria sorniona fregandosi le mani in vista della prima notte.

    E proprio ai futuri maritini si rivolge un severo aut aut: collaborare maggiormente all’organizzazione del matrimonio o rassegnarsi ad una prima notte tiepidina per poi rifarsi in luna di miele.