Rimorchiare ai matrimoni, le regole da osservare

da , il

    Rimorchiare ai matrimoni, le regole da osservare

    Si dice che i matrimoni siano l’occasione per trovare l’anima gemella. Addirittura, la leggenda metropolitana narra che se la incontrate ad un matrimonio sarà quella per tutta la vita! Per questa ragione ai matrimoni di parenti e amici vado sempre con un po’ di timore: con questa spada di Damocle sulla testa!

    Scherzi a parte, i ricevimenti nuziali sono il terreno di caccia migliore per catturare qualche ragazzo carino. Ma attenzione, non date l’intenzione di volervi impegnare per sempre. Bisogna sempre tener presente la diversità di prospettiva: per le donne (ma non per tutte) i matrimoni sono un sogno, per i maschietti, soprattutto se single convinti, sono una condanna ad una vita di carcere!

    E allora come comportarsi nella marea di amici single degli sposi, di fratelli, cugini, parenti arrivati d’oltreoceano e conoscenti? Prima regola: cautela. Gli uomini hanno una specie di super sonar per chi vuole incastrarli, appena nella loro sfera arriva una single disperata il dispositivo comincia a suonare facendoli scappare via! Di contro, non siate neppure troppo fredde ed irraggiungibili nei vostri vestiti da cerimonia e dall’alto del vostro tacco 12: rischiereste di sembrare troppo irraggiungibili e non sareste prese in considerazione. Non lanciatevi sul bouquet come delle ossesse, le donne che si prendono a capelli pur di acchiappare il famoso mazzo di fiori metterebbero paura persino al principe azzurro più sfigato e disperato del regno.

    Regola numero due: non esagerate con i brindisi. Qualche invitato potrebbe sfruttare la mancanza di freni inibitori per una storia da una notte e via. In più una donna ubriaca non è mai il massimo della vita. E se avete acchiappato e il matrimonio sta per volgere al termine? Mettiamo il caso che siate impegnate in una conversazione interessante con un ragazzo davvero carino…bè, lasciate che sia lui a fare il primo passo: agli uomini piace essere cacciatori. Lanciate qualche segnale, ma nulla di più. Vi raccomando, però, che non siano fuochi d’artificio!