Scarpe da sposa con tacco basso: comodità e non solo

da , il

    Una sposa può essere bella ed elegante anche se ai piedi ha delle scarpe da sposa con il tacco basso. Chi lo ha detto che una sposa deve indossare per forza tacchi da capogiro per suscitare l’ammirazione generale? Scarpe troppo alte, se non indossate con disinvoltura, possono fare apparire goffa e traballante chi le porta.

    Se nella vita di tutti i giorni non indossate tacchi alti perché dovreste farlo giusto il giorno del vostro matrimonio, in cui tutti gli occhi saranno puntati su di voi e il rischio di inciampare vi farebbe piombare nell’imbarazzo più totale? In commercio, esistono parecchi modelli di scarpe da sposa con il tacco basso che vi regaleranno la comodità senza per questo farvi rinunciare all’eleganza.

    La convinzione generale, da sempre, è quella che la scelta di scarpe da sposa con il tacco basso debba essere effettuata solo se lo sposo ha un’altezza inferiore a quella della sua futura moglie o se la sposa è particolarmente alta, mentre in tutti gli altri casi scarpe col tacco alto rappresentano quasi una scelta d’obbligo.

    Nulla di più sbagliato. Le scarpe da sposa con il tacco basso, oggi, disponibili in vari marchi e modelli: dal sandalo al sabot, dalle ballerine alle sneakers rappresentano al pari di altre una scelta non solo di comfort, ma anche di eleganza.

    Un aspetto che si tende a trascurare, nel momento in cui si scelgono gli accessori, è che la sposa è colei che trascorre quasi tutta la giornata in piedi, quindi mai come nel giorno del matrimonio si impone una scelta di comodità. Ma la comodità, lungi dal rappresentare un ripiego può sposarsi perfettamente coi concetti di stile, classe e armonia. Ricordatevi: una sposa che zoppica perché ha male ai piedi non apparirà più elegante rispetto ad una che volteggia disinvolta su un paio di comode ballerine o su scarpe da sposa con un tacco inferiore ai 3 cm.