Seconde nozze: in Italia aumentano mentre le prime calano

da , il

    Seconde nozze: in Italia aumentano mentre le prime calano

    Le seconde nozze in Italia sono in crescita a dispetto di quanto avviene con le prime che invece calano drasticamente.

    I dati dell’Istat parlano infatti di 217 mila matrimoni nel 2010 contro i 247 mila dell’anno precedente, mentre negli ultimi 30 anni di contro abbiamo assistito ad un aumento significativo dei secondi matrimoni pari a circa il 13,8% del totale.

    Come si spiega questo fenomeno? Perché mentre cala la fiducia nei confronti del primo matrimonio - tanto da indurre molti a rinunciarci in partenza - chi invece ha già avuto un’esperienza fallimentare torna a pronunciare il fatidico sì senza lasciarsi condizionare minimamente dal passato?

    Le seconde nozze in Italia e anche all’estero hanno principalmente a che fare con l’aumento dei divorziati, le seconde nozze fra divorziati, infatti, sono il 92,1% del totale delle unioni successive, per la serie ritenta sarai più fortunato.

    In più si tratta di nozze celebrate secondo il rito civile, in aumento anche quando si tratta del primo matrimonio, l’Istat parla di 1 matrimonio su 3 celebrato secondo il rito civile.

    E infine a spiegare l’aumento delle seconde nozze è il boom delle unioni miste, la tipologia più frequente è quella in cui lo sposo è italiano e la sposa è straniera, nel 13,7% dei casi si tratta di una romena, nel 10,6% di un’ucraina e nel 9,6% di una brasiliana. Le donne italiane invece scelgono più spesso uomini di origine nordafricana, per lo più marocchini (22,2%), tunisini (7,6%), egiziani (6,1%).

    Altra inversione di tendenza è quella che vede attribuire, oggi, alle seconde nozze la stessa importanza delle prime, contrariamente a quanto imporrebbe il galateo. Al bando, dunque, cerimonie dimesse o al limite intime e discrete. Al grande stile non rinuncia quasi nessuno, solo per citare un esempio famoso: ricordate le seconde nozze di Sofia Coppola a Bernalda con tanto di fuochi d’artificio e bandiere bianche nel corso principale al passaggio della sposa?

    Lo stesso vale per l’abito della sposa che dovrebbe essere avorio o di un colore pastello, ma mai bianco, ad ogni modo sobrio ed elegante nella sua semplicità. Molte spose, anche in seconde nozze, invece, non rinunciano al virginale e tradizionale candore di un abito lungo, a volte persino col velo!

    I tempi sono decisamente cambiati!