Sposarsi da giovani? Si rischia di divorziare subito

da , il

    Sposarsi da giovani? Si rischia di divorziare subito

    Sposarsi da giovani aumenterebbe le possibilità che il matrimonio si concluda presto con un divorzio. Lo sostiene l’Ufficio Nazionale di Statistica del Regno Unito secondo cui le coppie di sposi tra i venticinque e i ventinove anni d’età hanno il doppio di probabilità di separarsi rispetto ai loro genitori.

    Sebbene la maggioranza delle statistiche sul divorzio dicono che le separazioni siano in calo (nel 2008 hanno divorziato 11,2 persone su 1.000, due anni dopo erano 10,5) nel Regno Unito le cose sembrano andare diversamente e le coppie che divorziano sono sempre più numerose.

    Chi sono? Si tratta per lo più di coppie giovani. Il tasso di divorzio fra i giovani britannici, infatti, è di due volte superiore: si contano 21,7 maschi e 25,1 femmine sui già citati 1.000.

    Perché coloro che hanno deciso di sposarsi da giovani divorziano con più facilità? Immaturità? Superficialità? Secondo gli esperti, i giovani non aspettano neanche la crisi del settimo anno, separandosi già dopo il terzo anno. E, nella maggior parte dei casi, fortunatamente si tratta di coppie senza figli.

    Ma venendo al reale motivo, ciò che spinge i giovani a divorziare senza troppi problemi sarebbe un nuovo modo di concepire lo stesso divorzio: non come un evento catastrofico quale veniva vissuto in passato, ma una delle tante evenienze della vita. Sfortunata, magari, ma pur sempre possibile!

    E in Italia qual è la situazione sul fronte divorzi? Secondo i dati Istat, nel 2008 le separazioni sono state 84.165 e i divorzi 54.351, con un incremento rispettivamente del 3,4 e del 7,3 per cento rispetto all’anno precedente. I due fenomeni sono in continua crescita: nel 1995 si verificavano 158 separazioni e 80 divorzi ogni 1.000 matrimoni, nel 2008 si arriva a 286 separazioni e 179 divorzi.