Tradimento matrimoniale: scoperte le corna chiede i danni

da , il

    Tradimento matrimoniale: scoperte le corna chiede i danni

    C’è chi, in caso di tradimento matrimoniale, dopo la scenata, si ritira nel suo dolore, e chi invece, scoperte le corna, chiede i danni. È successo a Trento e la causa, non tanto strano a dirsi, è stata la lontananza. Lui, carabiniere in servizio in Trentino, lei rimasta nella casa di famiglia in Lombardia anche dopo il matrimonio, in attesa di una sistemazione. Dopo essere venuto a conoscenza del fatto, il marito chiede un risarcimento al giudice.

    Sono già noti i risarcimenti in seguito al tremendo abbandono sull’altare, facendo sapere all’ultimo, con tanto di invitati e cerimonia in grande stile, di essere innamorati di un’altra donna o di un altro uomo. Qui invece si parla di un tradimento a matrimonio già avvenuto, dopo pochi mesi dal fatidico sì. Il carabiniere ha speso per le nozze ben 25.000 euro e ora ne chiede il rimborso totale più altri 25.000 a causa dello stress psicologico dopo la notizia dell’avvenuto tradimento.

    Le prove ci sono. Dopo i primi sospetti infatti il carabiniere ha fatto pedinare la moglie e poco dopo tutto è stato scoperto. I danni sarebbero quindi legati ai problemi di salute, di depressione, successivi alla notizia del tradimento della persona amata.