Vino ricevimento matrimonio, quale e quanto?

da , il

    Vino ricevimento matrimonio, quale e quanto?

    Una volta deciso il quando e il dove, soprattutto la location del matrimonio, è ora di pensare al banchetto, ma se la scelta del cibo appare difficile, per portate e gusti, ecco un altro ostacolo da superare: il vino. Può sembrare un dettaglio da poco eppure c’è chi ci perde il sonno. Scherzi a parte, alcuni consigli degli esperti di wedding planner sono sempre utili.Un consiglio su tutti arrotondate sempre in eccesso, davvero maleducazione lasciare gli invitati a digiuno e all’asciutto.

    Per prima cosa decidete una fascia di prezzo, inutile sbancarsi per ritrovarsi tutti gli invitati ubriachi, poi il tipo di vino, inutile soffermarsi sui gusti di pochi, la zia dovrà farsene una ragione. In media un bianco e un rosso, classici, non andate su scelte complicate e particolari.

    Ma quanto vino? Per lo spumante…in media una bottiglia equivale a 5 bicchieri decenti, quindi prendete il numero degli ospiti moltiplicate per due e dividete per cinque, e il gioco è fatto. Uno per il brindisi e uno per il bis, quindi ancora per due. Arrotondate per sicurezza, sempre per la gioia di zia. In sintesi se avete 80 ospiti il numero di bottiglie è 32, meglio arrotondare a 36.

    Per il vino da tavola invece stimate mezza bottiglia a testa, esclusi i bambini ovviamente, e sempre arrotondando in eccesso, per la zia.

    Ora la scelta champagne o spumante? Alcuni preferiscono entrambi, si inizia con lo champagne e si prosegue con lo spumante, il portafoglio ringrazia. Una regola vale per ogni scelta stiate facendo, assaggiate sempre prima il vino, niente sorprese.

    Se non siete degli esperti chiedete al vostro rivenditore un consiglio sottolineando quali sono i sapori dominanti del menù del matrimonio, il resto è solo contorno, saprà sicuramente aiutarvi nella scelta.