Abbigliamento vintage Meadham Kirchoff

da , il

    In contemporanea alla London Fashion Week ci sono stati anche tanti spettacoli dal vivo assolutamente spettacolari come quello della BFC caratterizzata da corsi d’acqua o quello della Topshop tra le travi della Old Billingsgate Walk. Tuttavia il pubblico è stato conquistato in particolare dallo show del giovane designer Meadham Kirchhoff. La collezione autunno inverno 2011 – 2012 è stata presentata tra coreografie e scenografie dal tono drammatico e assolutamente vintage con modelli apparsi in una formazione lineare percorrendo la passerella in meno di cinque minuti. Una vera e propria corsa forse riprendente il caos e la velocità della quotidianeità. Nel backstage al trucco i make up artist della MAC. Ciononostante la collezione Meadham Kirchoff ha colpito per i toni violenti di rosso e rosa lampone degli abiti che hanno inondato le texture con la passione e il fascino dei due colori, anche quando vi erano più livelli di tessuto e toppe in vista.

    Meadham Kirchoff, vincitore del premio Emerging Talent nell’edizione 2010 che decretò Alexander McQueen come vincitore del British Fashion Awards, realizza un abbigliamento creato come se fosse un gioco, con idee di un adulto e il tocco di un bambino. L’attività sartoriale è predominante in Kirchoff, impressionando e uniformando notevolmente i capi di abbigliamento vintage proposti tra stampe delicate, grembiule, cardigan, che sembrano uscire dal guardaroba delle nonne, ma creati per affrontare nel migliore dei modi il nuovo freddo 2011 – 2012. Le scarpe sono state progettate con Pollini da Nicholas Kirkwood e sono caratterizzate da parte anteriore a punta e tacco sottile e basso con stringhe e pizzo indossate in coppia con calze spesse lavorate a maglia o scaldamuscoli. Una collezione quella di Meadham Kirchhoff (a cui hanno contribuito i designer Pollini e Nicholas Kirkwood) frutto di un carattere stilistico costruito nel corso di queste ultime stagioni. Uno stile complessivo grintoso che prende ispirazione un pò dall’abbigliamento collegiale, un pò da chi vuole impreziorsi con pezzi di gioielleria dalle enormi dimensioni, con una presenza di base di nero notevole.