Collezione Emilio Pucci Primavera-Estate 2013 [FOTO]

da , il

    [fotoda nome="AP/LaPresse"]

    La collezione Emilio Pucci Primavera-Estate 2013 è ispirata all’Oriente, alla Cina e ai suoi iconici dragoni. Le proposte viste in passerella esaltano una femminilità ricercata che non ama giocare con i bijoux e che si presenta molto nude. Sono gli abiti, le forme, le linee a caratterizzare il corpo della donna Pucci la prossima stagione. Nella fotogallery potete vedere alcuni look visti in passerella.

    La Milano Fashion Week è ufficialmente terminata, ora è la volta di Parigi. Nella capitale della moda italiana non si può certo dire di essersi annoiati, tutt’altro. Se alcuni stilisti hanno confermato il loro stile classico, quello senza tempo, quell’icona e quell’impronta riconoscibile in ogni sua forma, altri invece hanno giocato molto sia con i colori sia con lo show in senso stretto. Se da una parte riconosciamo l’eleganza classica e incontrastata di Armani dall’altra ritroviamo la donna più rock di Richmond, se da una parte c’è il solito omaggio alla Sicilia di Dolce & Gabbana dall’altra c’è uno show sado-chic voluto da Dean e Dan di Dsquared2. Insomma, a Milano ne abbiamo viste di ogni tipo e ora è giunto il momento di vedere cosa ha portato in passerella la maison Emilio Pucci.

    La collezione Emilio Pucci si apre con un look chiarissimo, un abito bianco con lavorazioni in trasparenze e tanto velo che copre le gambe. Ai piedi semplicissimi sandali in pelle bianca caratterizzati da un enorme plateau. Meravigliosi i pantaloni larghi, un po’ maschili, realizzati in velo bianco sui quali sono disegnati dei ghirigori tono su tono.

    È tutta total white la prima parte della collezione disegnata dalla maison Pucci. Le lunghezze sono diverse, si alternano gonne al ginocchio a shorts ma resta comunque incontrastata la presenza del pantalone lungo ma trasparente.

    Abbandonato il total white in passerella è la volta del verde, presentato da solo o mixato con toni color cioccolato. Anche le calzature cambiano colore ma non modello.

    Meravigliosi anche i capispalla e le micro tuniche China style. Su alcune bluse sono presentati iconici dragoni mentre si fanno avanti in passerella abiti tubino neri e vestiti kimono multicolor dove è forte la presenza del rosa scuro e del rosso.

    Deliziosi i lunghi abiti con le tasche e i micro bomber in tessuto leggero.

    Sui minidress finali, rigorosamente neri, così come sugli abiti lunghi, caratterizzati da profondi spacchi, è forte e importante la presenza dei dragoni cinesi, realizzati in total gold. Accompagnano questi meravigliosi look delle piccole clutch, talvolta nere, altre oro oppure in pelle rossa lucida.

    Gli abiti finali sono dei blocchi di colore-non colore. Nero, tanto nero e poi bianco, tanto bianco e infine un lungo abito rosso fuoco, nella più forte e decisa tinta mai vista in questa passerella, un abito senza spalline, con leggeri spacchi e schiena in buona parte scoperta.

    Il make up è assolutamente nude e mancano orpelli e fronzoli inutili. I bijoux sono messi al bando.

    Cosa ne pensate di questa collezione così oriental presentata dalla maison Emilio Pucci?