Come annodare il pareo, consigli pratici [FOTO]

da , il

    In estate molte di noi si chiedono come annodare il pareo oltre che nei modi più classici. Parliamo alla fine di un capo essenziale per completare un look da spiaggia glamour, e ancor più per allontanarsi dal bagnasciuga e spostarsi lontano dalla spiaggia. Insomma, la valigia per le vacanze di una vera fashion victim non è completa senza un pareo, che si tratti di un modello acquistato in coordinato con il vostro costume da bagno o di uno più economico preso al volo all’ultimo minuto. Ecco come renderlo più interessante e alla moda.

    Il pareo è un capo che popola da sempre le collezioni di costumi da bagno e beachwear, sia in versioni a tinta unita in tutti i colori che potete desiderare, che nelle più recenti versioni con stampa colorata. Abbiamo visto modelli molto interessanti nella bella collezione mare 2013 di Benetton per esempio, mentre linee più romantiche e bon ton come quella di Golden Point hanno sostituito quest’anno al pareo un gonnellino chic negli stessi colori dei bikini.

    Ma in quanti modi possiamo annodare il nostro pareo? Tantissimi. La versione più classica che sicuramente tutte avrete provato, prevede il pareo annodato come una gonna, lunga o corta, anche nelle più audaci versioni con spacco sulla coscia che si realizza spostando semplicemente il nodo sul fianco.

    Il pareo può però diventare anche un abito o un minidress. In questo caso dovrete avvolgervi nel pareo e legare gli angoli dietro il collo, cosa che potrete fare anche dopo aver avvolto gli angoli su se stessi per ottenere un effetto treccia sul petto. Un abito monospalla si ottiene invece avvolgendovi nel pareo in modo da avere un angolo dietro la schiena, che sarà poi fatto passare su una spalla, e l’altro che vi circonda il petto fino a incontrare il primo.

    Un abito stile impero si ottiene invece con due pareo rettangolari, legati insieme sulle spalle e sotto le braccia. Un’altra delle versioni più gettonate è quella che trasforma il pareo in un playsuit o in un pantalone, fissando il pareo in orizzontale prima intorno alla vita, legandolo dietro la parte inferiore della schiena, e poi facendo passare il tessuto tra le gambe, avvolgendolo intorno ai fianchi e quindi fissandolo con un nodo.

    Potete anche fissare il pareo sulla parte superiore del bikini e lasciarlo semplicemente cadere di lato, come le modelle in passerella! Insomma, la forma del pareo si presta a tantissime combinazioni e nella nostra fotogallery ne trovate diverse. Il resto potete crearlo voi con la vostra immaginazione!