Come scegliere i jeans adatti a te

da , il

    I jeans sono il capo passe par tout per eccellenza, la loro versatilità e tale che si possono indossare dalla mattina alla sera, dall’ufficio al party in discoteca. Quindi alcune lezioni di abbigliamento ci vogliono per sapere qual’è il denim che più ci valorizza, argomento di vitale importanza per fashion victim e non. Intanto bisogna evitare di fissarsi su un modello preciso, magari anche a quello che è più di moda che abbiamo visto addosso a ragazze con gambe da urlo sui cartelloni pubblicitari e sui manichini striminziti delle vetrine.

    Bisogna per prima cosa entrare nei negozi e provarli, facendo considerazioni precise e seguendo qualche regoletta che ci aiuterà a non fare la scelta sbagliata. Ma sfatiamo il mito che basta essere magre per stare bene con tutto, a seconda della tipologia del corpo ci sono denim che stanno bene e altri meno.

    I modelli disponibili sul mercato sono praticamente infiniti, ci sono modelli di jeans per tutti i gusti dai jeans Levi’s Curve ID agli skinny jeans Lerock anticellulite (che vanno sempre bene!), il nostro obiettivo è di puntare su ciò che ci sta meglio e che migliora la nostra figura slanciandola e non il contrario.

    Le tipologie che al momento più in voga sono i jeggins evoluzione degli skinny, a metà strada tra jeans e leggins, il denim largo e oversize tipo quello che porta il nostro ragazzo che non a caso si chiama boyfriend jeans, il classico pantalone a sigaretta e quello a zampa di elefante, ritornato in auge già dalla scorsa stagione e il bootcut, termine anglosassone che indica il denim svasato e lungo.

    Poi c’è tutta una serie di modelli e declinazioni dei vari brand anche più eccentriche: dai Diesel ai Jacob Cohen, dai minimal Martin Margiela agli intramontabili Levi’s che però ricalcano sempre le tipologie di base andando a variare cuciture, lavaggi, colori e proporzioni.

    Bisogna tenere conto di quattro fattori: la lunghezza delle nostre gambe, il giro coscia, la larghezza dei fianchi e il punto vita se c’è oppure no.

    Se non si è alte e si ha qualche chilo in più bisogna puntare sul pantalone a sigaretta e perchè no, se siamo formose ma toniche possiamo permetterci anche lo skinny, vedi le varie Beyonce e J-Lo che usano questo stile pur non essendo magrissime e altissime, abbinato magari ad un tacco alto o una zeppa. Via libera anche alla zampa.

    Sconsigliati i pantaloni molto larghi e informi (nel tentativo di nascondervi sembrereste più grosse e goffe!) e quelli con il cavallo basso, a mio avviso totalmente out!

    Ancora assolutamente vietati se siete minute, i pantaloni larghi che accorciano la figura, il rischio è quello di sembrare ‘tutta stoffa’, quindi semaforo rosso alla zampa d’elefante, così come l’oversize del fidanzato: sparireste dentro ai pantaloni.

    Concentratevi sui modelli che evidenziano le vostre curve anche se sono minime come i jeggins o per esempio faranno al caso vostro i Magic jeans push up di Miss Sixty per avere un fondoschiena come Belen, come anche quelli corti alla caviglia: guadagnerete dei centrimetri in altezza!

    Chi ha polpacci forti deve evitare lo skinny perchè andrebbe ad evidenziare il difetto, così come il pinocchietto che definisce e porta tutta l’attenzione su questa parte del corpo, optando invece per lo stile seventies a zampa d’elefante oppure sulla classica sigaretta.

    Se si è dotate di curve ben proporzionate cioè con un buon rapporto spalle fianchi ci si può lanciare con il modello a vita alta , vero must have di stagione che contiene il rotolino di troppo, donando una silhouette più armoniosa, senza contare il fatto che lo stile vintage è molto di moda e il trend del momento è di coprire piuttosto che il contrario.

    Dona a chi a il punto vita ben definito, il pantalone a vita bassa ed è innegabile che la pancia debba essere molto tonica, viceversa non sta bene a chi ha qualche chilo in più, specialmente sull’addome e ha la cosiddetta vita a ‘tronco’.

    Se si è magre e alte non si dovrebbero avere grossi problemi nella scelta di un jeans, ma sicuramente valorizzano al massimo la figura i pantaloni a zampa e quelli bootcut, tanto di moda in questo periodo. Attenzione agli skinny se siete molto magre, bisogna sempre avere la coscia un po’ tornita per portare questo tipo di jeans altrimenti il rischio è l’effetto grissino!