Cuissardes di Blumarine: gli stivali alti sul ginocchio

da , il

    Cuissardes di Blumarine: gli stivali alti sul ginocchio

    Vi avevamo lasciato poco tempo fa con una nuova questione da must have. Si parlava di cuissardes, quegli stivali alti che la pelle ricopre le ginocchia e si spinge più su. Sono sicura che sapete perfettamente di cosa parlo anche perché quest’anno se ne sono visti molti in giro sebbene tutti molto semplici. In realtà sono sempre esistiti solo che solitamente non tutte le signorine li amavano e gli stilisti li avevano messi da parte. Ora tornano e non le mandano a dire: i cuissardes saranno i nuovi protagonisti della prossima stagione fredda in barba agli stivaletti impellicciati! Oggi vi presento i modelli che Anna Molinari ha realizzato per Blumarine.

    In scena durante la Milano Fashion Week di questi giorni le modelle di Blumarine sfilano con ai piedi milioni di stivali tra i quali i cuissardes.

    Sono molto semplici quelli ideati da Anna Molinari, direttrice creativa di Blumarine, neri in pelle gommata con fibbia sulla parte superiore per tenere ben fasciato il ginocchio. Quelli della Molinari si presentano con un po’ di tacchetto, per regalare qualche centimetro in più all’altezza di ognuna di noi sebbene i cuissardes li abbiamo visti sia in modalità flat che su trampoli da capogiro. Blumarine punta su una via di mezzo per accontentare un po’ tutte.

    La storia dei cuissardes non comincia quest’anno sulle passarelle milanesi ma sono delel calzature che sono sempre esistite. Tempo fa venivano giudicati altamente volgari, troppo hot, insomma erano visti in malo modo. Oggi rinascono, trovano la loro rivincita e di certo di non avranno fretta di abbandonare i nostri piedi.

    Personalmente non li trovo per niente volgari, o meglio, ci sono modelli che in realtà appesantiscono le mise femminili e se sono indossati in maniera sbagliata (come molti altri capi del resto) realizzano un effetto cattivo. C’è anche da dire che il modello proposto da Blumarine è molto semplice e di classe. Vedo dura l’impresa di rendere volgari un paio di cuissardes così.