Estate 2010, 10 cose da fare e da non fare

da , il

    Estate 2010, 10 cose da fare e da non fare

    L’estate, nonostante il suo caldo opprimente e faticoso da sopportare, è finalmente arrivata e se ci guardiamo intorno non possiamo non notare davvero di tutto in fatto di moda, buon gusto e senso estetico.

    Ci sono quelle che per andare in ufficio si vestono come se stessero andando alla playa, quelle che incuranti della ciccetta che esce dai fianchi insistono con le maglie che lasciano scoperta la pancia e quelle che si lasciano sedurre dalla moda del momento e sfoderano tutto un repertorio fatto di trucco appariscente, zeppe alte e minigonne ascellari che neanche Britney Spears saprebbe sfoggiare meglio.

    Sarebbe bene, anche se ci si sente più libere e pronte ad osare, mantenere però sempre un bel po’ di decenza e ricordarsi che esistono delle regole sempre valide in fatto di moda e di stile dalle quali non si può davvero prescindere per evitare brutte cadute di stile e che cerco di riassumere di seguito:

    1. Gli occhiali da sole si indossano solo all’esterno e se c’è sole: non ha senso tenerli, e coprire gli occhi, negli spazi chiusi perchè questi accessori sono nati al preciso scopo di fare del bene agli occhi e non per nasconderli;

    2. Le infradito flip-flop non sono adatte solo per andare al mare ma, opportunamente abbinate, possono diventare delle ottime alleate quando la calura è insopportabile: se ci invitano ad una festa in piscina, cosa c’è di meglio se non un paio di infradito in plastica abbinate ad un vestito gipsy? Sicuramente meglio degli stivali!

    3. Il trucco in spiaggia o in piscina è orripilante, fatevene una ragione: se proprio non resistete senza mascara, almeno sceglietelo waterproof così da evitare l’effetto panda ma ricordatevi sempre che il mare richiede l’adozione di un codice di comportamento molto più soft rispetto a quello a cui siamo abituate tutti i giorni dell’anno;

    4. Non vestitevi tutte di bianco per scongiurare il caldo a meno che non vogliate sembrare delle infermiere in congedo: spezzate il candore del bianco con una cintura colorata o argentata e magari con delle scarpe in tinta ma per carità, non sposate la filosofia del white style code!

    5. Non utilizzate la borsa da città per andare al mare e viceversa: non c’è neanche bisogno che vi spieghi il motivo vero?

    6. Proteggete testa e viso con un cappello scegliendo il modello che vi si addice di più: via libera a quelli in paglia o, se siete tipe atletiche, a quelle da baseball ma evitate gli eccessi, come in tutte le cose;

    7. Evitate gioielli, monili e ridondanze inutili che non solo sono davvero di cattivo gusto e disturbano i vicini di ombrellone che potrebbero uccidere per non sentire neanche un tintinnio proveniente dal vostro bracciale ma impediscono anche alla pelle di abbronzarsi uniformemente;

    8. Non presentatevi in spiaggia con i tacchi, per l’amore del cielo, o rischiate di affondare nella sabbia e di ridicolizzarvi davanti a tutti;

    9. Non cadete nell’errore per cui siccome è caldo e state andando in spiaggia potete permettervi ciò che non si adatta alla vostra personalità: indossare un paio di shorts da ragazzina se si hanno 30 anni, magari portati male, è davvero fuori luogo ed è fuori luogo anche scendere in spiaggia solo con un pareo;

    10. Scegliete un costume che si adatti alla vostra figura: niente bikini se il vostro fisico è rotondetto e niente fasce se avete il seno grande o cadente.

    Vi sembrano regole troppo ferree e il galateo non fa per voi quando siete in vacanza? Provate a mettervi nei panni di chi vi guarda e poi, magari a settembre, ne riparliamo!