Fausto Sarli: sfilano i suoi abiti d’alta moda a Roma

da , il

    È troppo presto forse per tornare in scena, l’abbandono di un grande della moda si fa sentire. Ci si chiedeva chissà cosa vedremo all’AltaRoma di quest’anno?. Il motivo è semplice, lo stilista delle spose, Fausto Sarli, è morto lo scorso dicembre proprio a Roma e ha lasciato un vuoto incolmabile nella sartoria di via Gregoriana. C’è sempre un po’ di sconforto e tristezza quando una persona nota se ne va ma si sbaglia a pensare che nessuno mai potrà proseguire il suo lavoro. Questo è quello che è accaduto ai successori della maison che, invece, hanno portato in scena all’AltaRoma abiti degni del maestro.

    La maison Fausto Sarli è in scena nel primo giorno dedicato all’alta moda italiana, quella che si svolge proprio a Roma. C’erano dubbi, sconforto e tristezza, nostalgia per il maestro che non c’è più. In apertura alla sfilata è stato proiettato un video in omaggio proprio al grande stilista delle spose.

    Quella che è andata in scena poi è stata una donna perfetta, elegante e raffinata, irraggiungibile ma non superba, delicata e passionale, una donna come solo lui (e pochi altri) sanno vedere. Già perché Fausto Sarli era amato anche per questo, per il rispetto che nutriva nei confronti della sfera femminile, vedeva il corpo della donna come qualcosa di leggiadro e odiava con tutto se stesso la volgarità nel modo più assoluto.

    C’è stato movimento in passerella, l’organza e la seta animavano la passerella. Preponderante è la presenza del bianco, essenza del candore dell’animo femminile, ma non mancano nemmeno spinte di colori più audaci come il rosso e il verde. Alcune delle creazioni Sarli sono stati ispirati dall’ambiente marino; una sirena con la sua coda e il colori del fondale oceanico, un abito intrappolato in una tela da pescatore, un altro racchiuso in una barriera corallina con gonna con effetto medusa.

    Una collezione, come potrete ammirare nella fotogallery, davvero delicata come delicato era lui Fausto Sarli, un maestro come pochi.