Fendi collezione inverno 2011: giochi cromatici

da , il

    Sceglie di aggiunger un po’ di colore la maison Fendi ma non esagera mai, non è così eccentrica come la linea donna proposta da Dolce e Gabbana per la sfilata D&G inverno 2011. Sono soprattutto i capispalla a fare la differenza, i cappotti respirano e si distruggono ad ogni singolo movimenti, volants applicati che simulano il movimento delle onde del mare. Gli stessi sono applicati anche alle maglie bon ton e alle camicie. Di gran rilievo anche per Fendi è la pelliccia che sfumata rompe uno stile troppo rigido. Una sfilata molto attesa alla quale hanno presenziato molti vip e star del fashion business.

    Fendi punta tutto sui cappotti e sulle giacche che non presentano affatto strutture rigide, tutt’altro. Sono soprattutto oversize, i trench sono declinati in numerose forme, tutte morbide. Appunto, i trench si presentano con grandi tasche, i boleri scelgono di essere lucidi e le giacche che sono a metà tra la pelle e il tessuto. C’è sempre un dettaglio colorato che irrompe su una mise troppo seriosa, scura, monocromatica.

    Di grande impatto le borse shopper portate a mano, grossi secchielli per fare la spesa, non certo per adatte per una serata galante!

    Le scarpe, le Mary Jane per intenderci, sono declinate in moltissimi colori ma questa volta subentrano anche i toni più estivi nelle nuances del giallo sole e dell’arancio infuocato.

    Preponderante è l’utilizzo dei volants che sono applicato a tutte le camicie e alle maglie. Se Fendi sceglie gonna non scopre mai le cosce delle signore, anzi preferisce coprirle bene riscaldandole con grandi pellicce multistrato e ricche di sfumature.

    I pantaloni invece sono di taglio maschile ma terminano prima della caviglia oppure presentano un orlo elastico come fossero delle tute da ginnastica.

    Forse dipende dall’età ma la trovo un po’ troppo ‘casta’ questa collezione, voi che ne pensate?